domenica,Ottobre 25 2020

Elezioni Reggio, Marialaura Tortorella agli elettori: «Scegliete competenza e libertà»

La candidata a sindaco del Patto Civico chiude la campagna elettorale con un comizio in piazza Duomo

Elezioni Reggio, Marialaura Tortorella agli elettori: «Scegliete competenza e libertà»

Stasera, in Piazza Duomo, si è tenuto il comizio conclusivo di Patto Civico con Maria Laura Tortorella candidata sindaco.

Un comizio senza big, né effetti speciali, un momento sobrio ma di grande impatto: con i candidati della lista sul palco per invitare i cittadini a riflettere sull’importanza di un voto libero e responsabile.

«Il nostro programma è in qualche modo anche il nostro nome: PATTO CIVICO; si perché quello che proponiamo è un patto, un’alleanza di tutti i cittadini per il riscatto della nostra città. Ci siamo impegnati in questa campagna elettorale per un unico motivo: l’amore che abbiamo per Reggio Calabria. Nient’altro che questo.

Siamo convinti che solo da noi reggini possa scaturire quel cambiamento, quella spinta che ci farà uscire dalla situazione incresciosa nella quale ci troviamo. In tutti questi anni Reggio Calabria ha subito umiliazioni di ogni tipo: dallo scioglimento del Consiglio Comunale per contiguità con la ‘ndrangheta, al dissesto finanziario, ai molteplici disservizi come la spazzatura in ogni dove, la precarietà del servizio idrico, la mancata gestione degli alloggi popolari, l’isolamento dei collegamenti con la riduzione dei voli aerei, delle corse dei treni, l’elevato costo dei collegamenti con la dirimpettaia Messina, l’abbandono di sempre più giovani che vanno via in cerca di lavoro, la disoccupazione a livelli record, la rassegnazione che invade sempre più gli animi e l’elenco potrebbe continuare a lungo…

E’ ora di dire basta, di iniziare un percorso di ricostruzione, di riportare la nostra città, dalla storia plurimillenaria, allo splendore che l’ha caratterizzata per molte epoche e che l’ha vista sempre risorgere dopo disgrazie e catastrofi.

Questo può accadere solo se tutti i cittadini onesti, puliti e capaci sapranno mettersi insieme, in spirito di collaborazione e COESIONE, per costruire un futuro per i nostri giovani qui, a Reggio, per creare le condizioni perché non si vada più via e perché coloro che sono già andati possano, se lo vogliono, farvi ritorno.

Per questo alla base del nostro programma c’è la PARTECIPAZIONE: l’attuazione di tutti gli strumenti previsti dallo Statuto Comunale che consentono ai cittadini di prendere parte alla gestione del Comune, a cominciare dalla conferenza di Bilancio per guardare insieme i conti del Comune e decidere insieme come spendere i nostri soldi, quelli che paghiamo con le nostre tasse, per redigere un bilancio partecipato.

Ma oltre alla partecipazione dei cittadini riteniamo fondamentale ripartire dalla collaborazione con le realtà istituzionali, sociali ed economiche del territorio (dalle associazioni di categoria alle imprese, dall’università al terzo settore, nessuno escluso).

Nel nostro programma c’è anche la TRASPARENZA perché tutti i cittadini possano vedere cosa accade all’interno del Consiglio e della Giunta Comunale e rendersi conto di come viene amministrata la città. Vogliamo che Palazzo San Giorgio sia una casa di vetro, aperta al dialogo ed al confronto con tutte le forze sane presenti a Reggio.

Vogliamo realizzare una città aperta, vivibile, accogliente, moderna, produttiva e attraente.

Agendo su due linee, da un lato la restituzione di diritti negati e di servizi idonei ed efficienti, per rendere Reggio una città vivibile. Dall’altro la costruzione di un serio PROGETTO di sviluppo per la crescita di Reggio.

Perché Reggio può crescere solo se cresceremo tutti, non una zona o un quartiere, ma tutti, a partire dai quartieri più disagiati.

Vogliamo utilizzare al meglio le tante risorse disponibili per attrarre capitali ed investimenti, per ripartire dall’impresa sana che può e deve riconquistare il giusto spazio sul mercato, per realizzare progetti, caratterizzati da idee e creatività. Puntando allo SVILUPPO, con l’INNOVAZIONE.

Ma lo dobbiamo fare tutti insieme, nessuno escluso; lo dobbiamo fare con determinazione, con energia e con entusiasmo, lo stesso entusiasmo che ci sta vedendo impegnati in questa campagna elettorale.

Basta con la rassegnazione, con il disimpegno, con la rinuncia; dobbiamo lottare tutti insieme per cambiare questo stato di cose.

Per far questo occorre che i reggini possano fidarsi di coloro che mandano al Consiglio Comunale e possano fidarsi per la competenza, per l’onestà, per la passione e l’amore per la città che devono avere quanti si propongono alla sua guida.

Con questi sentimenti e con queste caratteristiche noi del PATTO CIVICO siamo qui oggi in questa bella piazza che è il centro della nostra Reggio a dirvi che noi il cuore vogliamo gettarlo al di là di tutti gli ostacoli, che noi vogliamo insieme costruire una nuova Reggio Calabria di cui andare orgogliosi davanti a tutto il mondo. Lavoriamo insieme ad una nuova VISIONE della nostra città.

Ma domenica prossima dobbiamo fare molta attenzione quando andiamo a votare perché da questo voto dipende tutto. Votiamo con convinzione, con coscienza e RESPONSABILITA’.

Basta con i voti promessi, con i voti familistici, con i voti in cambio di promesse (poi quasi sempre disattese). Votiamo chi secondo noi, dopo un attenta riflessione ci sembra il o la più capace di guidare Reggio nel cammino di ricostruzione di cui ha urgente bisogno. Scegliamo la COMPETENZA.

Votiamo pensando al futuro dei nostri figli, votiamo guardando in faccia i candidati, le loro storie, il loro impegno, guardiamo i fatti. E scegliamo in LIBERTA’. Solo così possiamo determinare un cambiamento vero e duraturo. Votiamo la SPERANZA».

«Per parte nostra, per parte mia vi faccio una promessa solenne – ha concluso la candidata sindaco Maria Laura Tortorella – come quella che ho fatto da giovane scout tanti anni fa ed alla quale mi sono sempre sforzata di rimare fedele: Farò del mio meglio per meritare la vostra fiducia, per servire la nostra città con tutte le mie forze, con tutto il mio impegno».