martedì,Ottobre 27 2020

Elezioni comunali a Reggio Calabria, l’endorsement di Irto per Falcomatà

Il consigliere regionale del Partito Democratico: «Non dobbiamo lasciare che Reggio venga portata altrove da Salvini»

Elezioni comunali a Reggio Calabria, l’endorsement di Irto per Falcomatà

«Mancano 48 ore all’apertura dei seggi per l’elezione del sindaco di Reggio Calabria. Per la prima volta nella storia, da quando il primo cittadino viene eletto direttamente, la mia città conosce l’attesa del ballottaggio. Siamo ormai vicini al momento della scelta. E per quanto sulla scheda elettorale non ci sia scritto il mio nome, vivo questi giorni con la stessa fibrillazione che sento quando sono personalmente in campo. È così per due motivi.

Il primo è l’amicizia che mi lega a Giuseppe Falcomatà». Così in un post su Facebook il consigliere regionale del Partito Democratico Nicola Irto.

«Si è rafforzata quando eravamo seduti l’uno accanto all’altro, da consiglieri comunali di opposizione. All’epoca gli dicevo che per fare il sindaco di “quel” Comune (il Comune schiacciato dal debito ingiusto che noi, grazie al Pd e al Governo nazionale, abbiamo finalmente cancellato) c’era bisogno anche di una buona dose di follia. Ma lui è andato avanti, pancia a terra, e lo ha fatto solo per amore della città».

«Il secondo motivo della tensione di queste ore è legato proprio al futuro di Reggio. Nonostante la narrazione falsa di coloro che hanno portato il Comune all’orlo del dissesto e oggi cercano di attribuire all’amministrazione in carica l’origine dei guai della città, un percorso di crescita è partito. E sarà inarrestabile: Reggio è ormai senza zavorre e può cambiare. Verso il futuro».

«La rotta la sceglieranno i cittadini con il loro voto. Per quanto mi riguarda, non ho dubbi su dove vorrei che Reggio andasse: verso un orizzonte di servizi adeguati, di sviluppo sostenibile, di crescita culturale e sociale, di economia verde e circolare, di credibilità in Italia e autorevolezza nel Mediterraneo. Insomma una città delle opportunità, per tutti».

«Questo è il piano tracciato negli ultimi anni, e non dobbiamo lasciare che Reggio venga portata altrove da Salvini, al quale della nostra città non è mai importato nulla e mai nulla importerà».

«Reggio merita altro. Reggio merita un grande futuro. E il futuro è solo quello che possiamo costruire insieme. Buon voto Reggio, e auguri, mia amata città».