domenica,Novembre 1 2020

Cinquefrondi, Conia: «Amministriamo in tredici». Ecco le deleghe ai consiglieri

I candidati non eletti hanno dichiarato la loro disponibilità a collaborare con il sindaco e gli assessori e riceveranno alcune deleghe

Cinquefrondi, Conia: «Amministriamo in tredici». Ecco le deleghe ai consiglieri

Il Sindaco Michele Conia, riconfermato nella sua carica con le elezioni dello scorso 20-21 settembre 2020, dopo avere nominato la Giunta Comunale per il mandato amministrativo 2020 – 2025, ha ritenuto dover coinvolgere nell’espletamento del mandato politico non solo gli Assessori ma anche i Consiglieri per garantire il pieno raggiungimento degli obiettivi che l’Amministrazione si è prefissata.

Il Sindaco ha, pertanto, conferito ad alcuni consiglieri delega per la cura di specifici settori in modo da dare maggiore impulso all’attività degli uffici e garantire, inoltre, un maggiore celerità alle istanze dei cittadini: Francesca Ieraci, delega: “Turismo, Marketing Territoriale, Fondi comunitari ed Europei, Valorizzazione centro Storico, Formazione professionale”; Salvatore Colloridi: “Cultura, Arte, Creatività, Innovazione, Patrimonio storico ed Archeologico”; Giuseppe Albanese: “Sport salute, Benessere, Tempo libero, Abbattimento Barriere Architettoniche, Qualità della Vita”.

I candidati non eletti hanno dichiarato la loro disponibilità a collaborare con il Sindaco e gli Assessori nelle seguenti deleghe: Spanò Antonella: “Politiche infanzia, Diritti dei bambini, Pubblica Istruzione, Associazionismo, Volontariato, Diritto allo studio, Partecipazione, Pari opportunità”; Viscomi Giuseppe: “Sport, Salute, Istruzione, Benessere, Diritto allo studio, Solidarietà Sociale, Cultura, Turismo, Qualità della vita”; Luciano Giuseppe: “Abbattimento barriere architettoniche, Verde pubblico, Sport, Benessere, Salute, Volontariato, Manutenzione ordinaria, Parco mezzi”; Gallo Antonio: “Commercio, Attività Produttive, Artigianato, Tutela consumatori, Energie rinnovabili, Suap”.

Il Sindaco Conia: «Siamo un progetto ed una squadra» e la disponibilità rappresentata da tutti i candidati di “Rinascita” a lavorare per il bene del Comune ne è la dimostrazione.