domenica,Novembre 1 2020

Elezioni Reggio Calabria, Pizzimenti: «Minicuci silurato da una parte di centrodestra»

Il presidente di "Cittadini per il cambiamento": «Da 4 consiglieri comunali di Forza Italia bassezze che non ci appartengono»

Elezioni Reggio Calabria, Pizzimenti: «Minicuci silurato da una parte di centrodestra»

«La storia personale parla per ognuno di noi: il candidato-sindaco, Antonino Minicuci, è stato indicato da Matteo Salvini e dopo condiviso da tutta la coalizione di Centro-Destra, ma non prima di essere stato ingiustamente attaccato e denigrato e con puntigliosità scientifica, contrastato e dipinto falsamente addirittura come un “alieno” e “straniero”, ancora prima di scendere nell’agone politico, in un modo tanto sconcertante, quanto autolesionista, da una nefasta parte dello stesso Centrodestra». È quanto afferma con una nota stampail fiduciario-mandatario elettorale del candidato sindaco Antonino Minicuci, Nuccio Pizzimenti, anche nella qualità di Presidente dell’Associazione “Cittadini per il Cambiamento”.

«Per capirci meglio, avremmo potuto dire, -(ma ovviamente non lo pensiamo), che la Santelli “cosentina”, che è stata candidata a Reggio Calabria ed eletta nel nostro collegio-elettorale, fosse “forestiera”. Queste bassezze non ci appartengono e le troviamo deleterie, basti pensare soltanto all’attacco fatto a Minicuci anche da parte di 4 consiglieri comunali di Forza Italia al Comune di Reggio Calabria, definibile come un fortissimo contrasto, sul quale si è innescato poi un indecoroso e barbaro turpiloquio, infarcito da epiteti irripetibili sui social e sui vari mezzi di comunicazione, diretti all’uomo, alla persona, ancor prima che al politico. Noi ci chiediamo, come ciò sia possibile?».

«Questa è una strategia, ordinata ed intenzionale, messa in campo con il contributo nefasto di altre “voci” del panorama politico del Centro-Destra! Questa nefasta strategia, però, come un boomerang ha punito proprio gli artefici della disfatta, non essendo stati essi riconfermati in consiglio. Adesso, dopo la sconfitta, che costoro sparino a zero, su tutti, è veramente allucinante. A costoro consigliamo un bagno di umiltà, e possibilmente buttandosi a mare, onde rinfrescare le loro idee. Perchè, essere infallibili non è cosa giusta, poichè la storia ci insegna che saggezza, umiltà e serietà ripagano sempre. Noi “umili” non ci siamo risparmiati mai, ci abbiamo sempre creduto, anche quando sembrava tutto impossibile, siamo stati sempre vicini a Minicuci, ci siamo difesi come “leoni”, dando il nostro contributo, adesso faremo opposizione costruttiva nell’interesse della nostra amata città» conclude Nuccio Pizzimenti.