venerdì,Ottobre 23 2020

Lazzaro, alberi pericolosi sulla Ss 106. Crea: «Necessario intervento»

L'Ancadic sollecita il comune «che dovrà risponderne in caso di danni alle cose e, soprattutto, alle persone, rinnoviamo la richiesta di voler provvedere in merito con cortese solerzia»

Lazzaro, alberi pericolosi sulla Ss 106. Crea: «Necessario intervento»

Riceviamo e pubblichiamo:

Prendiamo positivamente atto che a seguito della segnalazione dell’ANCADIC del 16 luglio 2020  l’ Amministrazione comunale di Motta SG ha provveduto a mettere in sicurezza un albero di ficus situato all’altezza del sottopasso pedonale  km.18+III i cui rami propendevano pericolosamente ad altezza uomo sulla carreggiata della Ss 106, nonché alla pulizia dell’area adiacente alla scuola elementare Demetrio Cuzzupoli. Tuttavia dobbiamo rilevare che non si è provveduto a rimuovere i rami dell’altro albero di ficus  adiacente a quello oggetto di intervento i cui rami penzolano sulla banchina ad altezza bambino.

Nel rammentare che l’Ente proprietario di una strada è tenuto a mettere in sicurezza l’albero che si trova a ridosso della carreggiata, anche se la pianta appartiene a un privato e che è sempre l’Ente proprietario che dovrà risponderne in caso di danni alle cose e, soprattutto, alle persone, rinnoviamo la richiesta di voler provvedere in merito con cortese solerzia.

In questo tratto viario  in  regime di traversa  interna, ai sensi dell’art. 4 della legge 59/61 e come previsto dal verbale di delimitazione tra ANAS S.p.A e Comune di Motta San Giovanni del 12/8/2014 gli interventi in questione sono a carico all’Amministrazione comunale di Motta SG.

Vincenzo Crea  Referente unico dell’A.N.CA.DI.Ce Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”