venerdì,Dicembre 4 2020

Coronavirus, Calabrese: «Da nuovo Dpcm pesanti sacrifici»

Il sindaco di Locri: «Moltissime famiglie moriranno di fame e di depressione. Le misure per le scuole dispendiose e inutili»

Coronavirus, Calabrese: «Da nuovo Dpcm pesanti sacrifici»

«Dopo quanto accaduto nella prima fase della pandemia che ha lasciato migliaia di morti e un’economia in ginocchio, ci presentiamo totalmente impreparati anche per questa prevista nuova fase. Avevamo necessità di avere soluzioni da un punto di vista sanitario invece è arrivato un DPCM che ci impone solo pesanti sacrifici». Ad affermarlo è il sindaco di Locri Giovanni Calabrese.

«Un provvedimento che oggi coinvolge importanti attività produttive e probabilmente domani riguarderà altre. In un territorio come il nostro, con una economia notoriamente debole, rischiamo il collasso. Forse non moriremo per il Covid, solo grazie alla serietà e responsabilità dei nostri cittadini, ma sicuramente moltissime famiglie moriranno di fame e di depressione. Tutte le misure per le scuole, compreso il tanto discusso acquisto di banchi con le rotelle, si sono dimostrate dispendiose e totalmente inutili. Ad ogni modo è nostra responsabilità rispettare tutte le disposizioni per uscire prima possibile da questo tunnel».