mercoledì,Novembre 25 2020

Nuovo Dpcm, parla Conte: «Vogliamo evitare lockdown totale»

Il premier in conferenza stampa: «Pronti gli indennizzi per chi è penalizzato dalle nuove misure»

Nuovo Dpcm, parla Conte: «Vogliamo evitare lockdown totale»

Nessun lockdown totale e subito aiuti immediati per le categorie colpite. Questo in sintesi il pensiero del premier Giuseppe Conte, che in conferenza stampa ha illustrato i contenuti del terzo Dpcm del mese di ottobre. «I dati non ci possono lasciare indifferenti. La curva epidemiologica è in crescita e la diffusione del contagio ha raggiunto livelli preoccupanti, con l’indice rt a 1,5. L’obiettivo è proteggere la salute e l’economia».

«Coprifuoco è una parola che non amiamo – ha rimarcato il Presidente del Consiglio – ma raccomandiamo gli spostamenti solo per motivi di necessità. E’ un momento complesso, nel paese c’è anche molta stanchezza, rabbia e frustrazione, sta creando diseguaglianze nuove. Mi rendo conto dei nuovi sacrifici che stiamo chiedendo. Non mi piace fare promesse, ma prendo l’impegno: pronti già indennizzi alle categorie colpite». Sarà dunque cancellata la seconda rata Imu, e subito una nuova mensilità del reddito di emergenza e misure di sostegno a favore della filiera agroalimentare, «così – ha evidenziato Conte – chi sarà costretto le attività potrà giovarsi di un sostegno economico per affrontare le prossime settimane. Se a novembre rispetteremo le regole, riusciremo ad affrontare dicembre e Natale con maggiore serenità». Il premier ha anche annunciato le prime dosi di vaccino per dicembre pronte per essere distribuite a chi è più esposto al pericolo. «Ce l’abbiamo fatta a marzo, ce la faremo anche adesso» ha concluso Conte.