domenica,Novembre 29 2020

Calabria zona rossa, Calabrese: «Paghiamo ritardi ventennali»

L'amarezza del sindaco di Locri: «Adesso provvedimenti urgenti per l'ospedale». Ecco i dati comune per comune

Calabria zona rossa, Calabrese: «Paghiamo ritardi ventennali»

«Sicuramente la “zona rossa” decretata dal Governo non ci piace perché rischia di indebolire un territorio già provato dalla depressione economica e con una sanità allo sbando che è stata determinante nel farci diventare zona rossa insieme a tutta la Calabria». Così in un post su Facebook il sindaco di Locri Giovanni Calabrese.

«Paghiamo in modo evidente ritardi ventennali congiuntamente ad errori di valutazione dopo la prima fase della pandemia. Ora però dobbiamo responsabilmente affrontare i prossimi difficili quindici giorni con la speranza che questo ulteriore sacrificio possa portare benefici in termini di limitazione della diffusione del Coronavirus. Continuiamo con insistenza a chiedere e pretendere provvedimenti urgenti per l’ospedale e per la sanità quale garanzia per la nostre comunità».

«Rivolgo un appello a voi cittadini a continuare, anche se con restrizioni esagerate, a rispettare le disposizioni con la stessa responsabilità ed educazione che ci ha contraddistinti. Adottiamo tutte le norme e manteniamo la calma e molta prudenza perché il virus circola velocemente».

Il sindaco di Locri ha poi diffuso i dati (parziali) dei contagi sul territorio comune per comune:

38 Bovalino (2 ricoverati)

29 Ardore

19 Mammola

13 Bianco (1 ricoverato)

13 Locri (1 ricoverato)

9 Marina di Gioiosa (2 ricoverati)

9 Africo

9 Siderno (1 ricoverato)

9 Platì

5 Brancaleone

5 Caulonia

2 Canolo (1 ricoverata)

2 San Luca

2 Sant’Ilario

2 Palizzi

2 Caraffa del Bianco

2 Bruzzano

2 Ferruzzano (1 ricoverato)

1 Camini

1 Gerace

1 Careri

1 Benestare