venerdì,Novembre 27 2020

Sanità nel caos, il Pd reggino: «Un tavolo sulla scelta del commissario»

I consiglieri comunali dem di Palazzo San Giorgio: «Regione responsabile delle promesse disattese. Classe politica inadeguata e trasformista»

Sanità nel caos, il Pd reggino: «Un tavolo sulla scelta del commissario»

«Le parole del Commissario Cotticelli andate in onda in diretta nazionale rappresentano uno spettacolo che umilia la Calabria e palesa i limiti di una politica che ha voluto mettere le mani nella sanità senza risolvere nulla». A dichiararlo sono i consiglieri comunali del Partito Democratico Antonino Castorina, Giuseppe Marino, Giuseppe Sera, Enzo Marra, Lucia Nucera e Nancy Iachino e gli assessori della giunta Falcomatà Rocco Albanese e Mariangela Cama.

Il Partito Democratico di Reggio Calabria si unisce alla richiesta del sindaco Giuseppe Falcomatà e dei sindaci che compongono l’area Metropolitana di Reggio Calabria nel pretendere dal governo un tavolo istituzionale sulla scelte che deve adottare il nuovo commissario e sulla necessità di concludere questa fase straordinaria che dura da oltre 10 anni al termine dell’emergenza Covid.

«Al nuovo Commissario Giuseppe Zuccatelli di fresca nomina da parte del  Governo Conte la pretesa che si faccia garante degli impegni assunti per Reggio Calabria ed in particolare nell’ambito della riorganizzazione ora mai necessaria ed improcrastinabile di riallineare la dotazione di posti letti contenuta nell’applicativo “NSIS COVID 19 Dotazione posti letto” che risulta ridotta in misura più che proporzionale rispetto alla quota di posti letto riconvertiti in Terapia semintensiva».

«Ci faccia sapere il governo i motivi per i quali la nomina del Commissario Zuccatelli non sia avvenuta con un confronto leale con i sindaci della Città Metropolitana di Reggio Calabria dichiarano gli esponenti del Pd».

«Ci faccia sapere il Commissario Zuccarelli la sua posizione sui comportamenti da utilizzare per evitare la trasmissione del virus e sull’utilizzo dei dispostivi di protezione individuale anche alla luce delle dichiarazioni che lo stesso ha reso su più testate giornalistiche».

«Ribadiamo con forza e convinzione – dichiarano gli esponenti del Pd di Palazzo San Giorgio – la necessità che il Governo Conte di concerto con la Regione Calabria  metta in campo immediatamente tutte le iniziative per fare uscire la Calabria dalla zona rossa aumentando i posti terapia intensiva, implementando le assunzioni di personale e individuando  un centro COVID regionale come tra le altre cose ampiamento discusso nel Consiglio Comunale aperto svolto nei giorni scorsi».

«La Regione Calabria in questi mesi – affermano gli esponenti del Pd – ha disatteso le promesse ed è responsabile in grande parte dei danni che la Calabria oggi sta subendo a causa di una classe politica inadeguata e trasformista».

«Risulta necessario – dichiarano i consiglieri Pd – che il  governo vigili ed operi a garanzia degli impegni precisi assunti  per il riscatto dell’intera regione visti e subiti i  limiti ed i danni causati al sistema sanitario Calabrese da scelte politiche sbagliate che non vanno ripetute e di cui oggi nessuno sembra responsabile».