lunedì,Gennaio 25 2021

Emergenza rifiuti, un mese per tornare alla normalità. Annuncio dell’assessore Brunetti

L'assessore e il sindaco comunicano il ritorno a pieno regime della discarica di Sambatello e l'aumento dei rifiuti trasferiti in Puglia: «Ma poi controlli capillari e tolleranza zero»

Emergenza rifiuti, un mese per tornare alla normalità. Annuncio dell’assessore Brunetti

Un mese per la fine dell’emergenza rifiuti a Reggio Calabria. È quanto dichiarato dall’assessore Paolo Brunetti nel corso di una diretta Facebook assieme al sindaco Falcomatà.

«Domani Sambatello inizierà a riprendere il regolare funzionamento. In queste settimane è andata a circa 50-60 tonnellate. Il lavoro fatto ha portato a risultati importanti», ha dichiarato il sindaco.

L’assessore Brunetti ha esordito chiedendo scusa ai cittadini «non perché siamo direttamente responsabili, ma perché non vogliamo vedere la città in questo stato. Non siamo stati a guardare. Ieri abbiamo avuto una riunione alla Regione che è stata proficua. Siamo riusciti ad ottenere di garantirci per tre mesi la trasferenza dei rifiuti dalla Calabria alla Puglia ed abbiamo aumentato il quantitativo. Dunque, oltre al ritorno di Sambatello alla normalità, potremo conferire in totale circa 250 tonnellate giornaliere. Questo non significa che ci sveglieremo in una città pulita e splendente. Vi è un programma ben definito sugli interventi da fare. Li abbiamo quantificati in circa 4-5mila tonnellate. Questo significa che servirà un mese per risolvere definitivamente questo problema. Assieme alla società che garantisce la raccolta rifiuti, l’Avr, sarà affiancata una ulteriore ditta che aveva residui di un precedente intervento. Daremo risposte sia sul “porta a porta”, sia sulle macrodiscariche in diverse zone della nostra città. Pensiamo ad Archi cep, Pietrastorta, Terreti, Arghillà, Rione Marconi. Avr si occuperà di una raccolta capillare sul territorio».

L’assessore ha poi annunciato un controllo capillare e tolleranza zero.