martedì,Gennaio 18 2022

Bonifica siti inquinati, Crinò: «L’ex Bp di Siderno sia priorità»

Il consigliere regionale: «Concreta opportunità per estinguere il problema. Occasione per tutta la Locride»

Bonifica siti inquinati, Crinò: «L’ex Bp di Siderno sia priorità»

Stamattina, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, ha firmato il decreto che indirizza 105 milioni di euro alla bonifica dei siti orfani, ovvero quelle aree dove il responsabile dell’inquinamento non è individuabile o non provvede agli adempimenti per la bonifica. Alla Calabria, è stato destinato un finanziamento di circa 5 milioni e mezzo di euro per il risanamento dei siti abbandonati.

«Ora, la Regione, soggetto attuatore, dovrà attivarsi in fretta indicando i siti di interesse – afferma in una nota il consigliere regionale Giacomo Crinò – Pertanto, nei prossimi giorni formalizzerò una specifica richiesta all’assessore all’Ambiente Sergio Di Caprio e al Dipartimento Ambiente e Territorio della Regione Calabria affinché determinino quale sito da bonificare l’area dell’ex laboratorio BP di Siderno».

«La Regione Calabria aveva già investito circa 300 mila euro per consentire la rimozione e lo smaltimento delle sostanze pericolose e altamente tossiche, contenute nei bidoni e nelle cisterne sotterrate che si trovano nel sito di contrada Pantanizzi. Una dotazione però non sufficiente per completare gli interventi di dismissione di tutti i fusti».

Si tratta di una concreta opportunità per estinguere il delicato problema, tantoché, oltre alla comunicazione di cui sopra, proporrò una apposita mozione durante il prossimo Consiglio Regionale. E’ una lotta per l’ambiente che non possiamo perdere. Un’occasione per il bene di tutta la Locride».

Articoli correlati

top