domenica,Marzo 7 2021

Tributi comunali a Villa San Giovanni, le rassicurazioni del sindaco a Uniconsum

Il primo cittadino Rechichi ha inoltre convocato e convoca un nuovo incontro con la società incaricata alla riscossione

Tributi comunali a Villa San Giovanni, le rassicurazioni del sindaco a Uniconsum

Si è tenuto a Palazzo San Giovanni un incontro tra il Sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, gli assessori Pietro Caminiti e Giovanni Imbesi ed il Responsabile dell’Unione Nazionale Consumatori di Villa San Giovanni e Presidente del Centro Giuridico de Consumatore, Tullio Caracciolo.

Un confronto sugli argomenti già posti all’attenzione dell’ente lo scorso mese di novembre, durante il tavolo di lavoro al quale aveva partecipato anche la Sogert in merito alle problematiche degli avvisi di accertamento IMU, TASI, TARES, Servizio Idrico. Problematiche, illustrate dal Responsabile dell’Unione Consumatori, secondo il quale occorre trovare a breve una soluzione, diversamente le criticità ed i disagi a carico dei cittadini – contribuenti, invece che attenuarsi si aggraveranno maggiormente.

La difficoltà di accedere fisicamente all’Ufficio Locale della Sogert da parte dei contribuenti a causa della chiusura al pubblico per l’attuale periodo di emergenza covid 19, anche sul punto la società si è impegnata dopo l’intervento del Sindaco f.f. a ricevere da lunedì 25 un utente ogni 30 minuti.

Ma per l’associazione dei consumatori – guidata da Tullio Caracciolo – questo non basta. A tutt’oggi si hanno difficoltà nel contattare telefonicamente gli uffici del concessionario (una solo linea telefonica quasi sempre occupata), non vi è riscontro alle numerose pec tra cui parecchie istanze di annullamento in autotutela (almeno in tempi brevi e certi), con la conseguenza per i contribuenti di inficiare il proprio diritto di tutela nelle sedi giurisdizionali competenti, quali ad esempio la Commissione Tributaria.

Ad aggravare la già difficile situazione di disagio in cui è costretto l’utente, l’indisponibilità del personale Sogert, in questo ultimo periodo, a fornire informazioni e chiarimenti telefonicamente all’utenza e persino alla stessa associazione di tutela dei diritti dei consumatori.

«Il perdurare di tale situazione – ha spiegato Caracciolo agli amministratori comunali-violerebbe il codice del contribuente e il protocollo d’intesa che è stato sottoscritto con la stessa Amministrazione Comunale il 25 gennaio 2019, e soprattutto contrasterebbe con i principi cui si ispira la nostra associazione.

Per tali ragioni abbiamo rivolto un appello al senso di responsabilità sia al Sindaco f.f. Maria Grazia Richichi  che agli assessori Caminiti ed Imbesi, con la richiesta  all’Amministrazione di un confronto utile a porre fine alle problematiche evidenziate, e  per convocare con urgenza un incontro con la società di riscossione dei tributi. Un confronto – ha precisato Caracciolo – volto alla tutela dei diritti dei cittadini – consumatori, per migliorare ed ottimizzare il funzionamento dei servizi, come quello della riscossione dei tributi locali e diretto valutare seriamente e concretamente le osservazioni, le proposte e le segnalazioni provenienti dai cittadini stessi.

Per giovedì 28, quindi, è prevista una riunione sulla questione tributi, con la partecipazione della Sogert, convocata dal Sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, che ha dimostrato capacità di ascolto e disponibilità verso le problematiche illustrate dall’Unione Nazionale Consumatori.

Giudicato positivamente dall’associazione dei consumatori il servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti con un numero telefonico dedicato (0331.1588491), recentemente attivato, grazie all’impegno dell’assessore Caminiti e dell’intera Amministrazione Comunale, mentre continuerà a rimanere attivo il numero verde 800964018 per le segnalazioni dei cittadini.

E’ nostra intenzione – ha affermato Caracciolo – tutelare i diritti dei consumatori e degli utenti dei servizi pubblici locali, attraverso il confronto e la leale collaborazione tra l’Unione Nazionale Consumatori, il Comune di Villa San Giovanni e la società di riscossione, per garantire maggiore qualità, dei servizi e delle prestazioni del Comune a favore dei cittadini».