venerdì,Maggio 14 2021

Emergenza rifiuti, il Comitato Pro Sala di Mosorrofa incontra gli amministratori

Brunetti ha assicurato che «una ruspa metterà in sicurezza la strada spostando i rifiuti dal centro strada. Poi si provvederà a rimuovere tutti i rifiuti lungo la strada»

Emergenza rifiuti, il Comitato Pro Sala di Mosorrofa incontra gli amministratori

Perdite d’acqua, ma soprattutto i rifiuti abbandonati in mezzo alla strada che impediscono persino la circolazione delle macchine. Dopo una serie lunghissima di segnalazioni, il Comitato pro Sala di Mosorrofa ha avuto un incontro con gli amministratori del Comune. Così riferiscono Concetta Romeo e Fabio Casile, referenti del comitato.

«Dopo la copiosa perdita d’acqua segnalata e riparata, grazie all’intervento dell’assessore al ramo Rocco Albanese, oggi  abbiamo dialogato alla presenza del consigliere Neri,con l’assessore Brunetti in quanto l’ambito specifico della nostra denuncia è relativa a competenze del settore ambiente. Segnaliamo e richiediamo già da tempo, la pulizia e rimozione completa di bonifica, vista la grave situazione igienico sanitaria del quartiere collinare di Sala ed in particolare la strada di collegamento di Sala di Mosorrofa –Riparo- Cannavò».

Come denunciano allarmati i cittadini, in questo tratto particolare «rifiuti,per lo più ingombranti che ostruiscono completamente la carreggiata, creando grave condizione di pericolo alla circolazione stradale, cercando di scongiurare quella bomba ecologica che si genererà con quei rifiuti che stazionando lì potranno andare a finire nella scarpata, un impatto disastroso per l’ambiente. L’assessore ci riferiva che già in questa settimana manderà una ruspa per mettere in sicurezza la strada spostando i rifiuti dal centro strada per poi provvedere a rimuovere tutti i rifiuti lungo la strada.

Nella prossime settimane attenderemo anche un incontro con il vicesindaco metropolitano Avv. Armando Neri, anche lui disponibile sin da subito a ricevere il nostro Comitato, nato con l’intento di essere l’interfaccia tra cittadini e istituzioni – in chiusura – continueremo a vigilare e segnalare tutte le criticità per ritornare ad essere quell’isola felice, in questo piccolo quartiere collinare in cui la realtà identitaria ed il senso civico è molto forte, amiamo il territorio e diamo dimostrazione di prendercene cura».

top