domenica,Giugno 20 2021

Murales, la determina non si trova. Muraca e Beatino assenti ingiustificati in commissione

Si stabilisce di andare immediatamente a chiedere copie del documento al segretario generale. In caso di mancanza della determina Ripepi è pronto ad andare in Procura

Murales, la determina non si trova. Muraca e Beatino assenti ingiustificati in commissione

Continua il giallo della determina dei murale del 25 aprile. Era convocata per stamattina la seduta della commissione controllo e vigilanza in cui avrebbero dovuto essere auditi l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Muraca e il dirigente del settore Demetrio Beatino che però non si sono presentati e non hanno inviato alcuna giustificazione.

Il presidente della commissione Massimo Ripepi ha spiegato di avere richiesto la determina per chiarire le cifre dei murales, l’affidamento dei lavori. Lo stesso è successo con le richieste presentate dalla consigliere Filomena Iatì, lo stesso il Gruppo di Forza Italia e il consigliere Minicuci.

Nel corso della discussione dalle parole della consigliera Iatì è anche emersa la difficoltà di reperire gli atti negli albi comunali, per questo motivo in una riunione dei capigruppo è stato richiesto, come da giurisprudenza, di avere i dati di accesso a tutta la documentazione.

Il consigliere Latella, uno dei pochi di maggioranza presenti alla seduta insieme al vicepresidente della commissione, Carmelo Versace, Giuseppe Marino, Angela Martino, Armando Neri, Antonino Zimbalatti, suggerisce di interloquire con il segretario generale per avere delle risposte. Compito del segretario è quello di interloquire col settore specifico a cui richiedere la documentazione,

Ripepi, memore del caso Miramare, propone di portare la questione alla procura della Repubblica. Il consigliere Minicuci consiglia di provare a risolvere per l’ultima volta la cosa amministrativamente cioè trasmettere immediatamente il verbale della seduta al sindaco ed presidente del consiglio comunale e di chiedere lumi. Dello stesso avviso è la consigliera Martino, che ipotizza il fatto che i destinatari della convocazione possano non aver ricevuto le mail. Ma la segretaria della nona commissione chiarisce di aver parlato personalmente con il dirigente del settore che era a conoscenza della seduta.

Si determina dunque di sintetizzare la seduta in un documento che sarà esaminato nella prossima seduta, ma soprattutto di andare immediatamente a chiedere copie del documento al segretario generale già in mattinata, per poi ridiscutere in commissione. In caso di mancanza del documento Ripepi è pronto ad andare in Procura.

top