mercoledì,Giugno 16 2021

Adotta il Verde, inaugurato lo spazio curato da Interact Club e dal Convitto Tommaso Campanella

Una iniziativa che non è solo l'adozione di un'isola, ma un progetto che punta a sviluppare il senso civico dell'intera comunità scolastica

Adotta il Verde, inaugurato lo spazio curato da Interact Club e dal Convitto Tommaso Campanella

Una splendida e partecipata manifestazione ha salutato questa mattina la presentazione dello spazio verde, adiacente la storica piazza Castello, adottato dall’Interact Club e dal Convitto Tommaso Campanella di Reggio Calabria, nell’ambito del programma “Adotta il Verde” promosso dal Comune di Reggio Calabria.

«Una iniziativa – ha commentato il consigliere delegato al progetto Adotta il Verde Massimiliano Merenda – nata dalla voglia di questi ragazzi, in collaborazione con l’Interact Club del Rotary, grazie al coordinamento della Dirigente Scolastica Arena e della Professoressa Della Foresta, che si sono impegnati avviando questo progetto che non è solo una semplice adozione dell’aiuola, ma che costituisce anche un percorso prezioso di educazione civica ed ambientale, capace di promuovere i valori della bellezza e della cura dei beni comuni e del decoro cittadino. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno partecipato a questa attività, con l’auspicio che possa diventare un progetto pilota sposato anche da altre realtà scolastiche della Città».

All’incontro hanno preso parte anche Francesca Arena, Dirigente Scolastico Convitto Nazionale di Stato “T. Campanella”, Paolo Brunetti, assessore all’Ambiente del Comune di Reggio Calabria, Rosanna Scopelliti, Assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Reggio Calabria, Enzo Marra, Presidente del Consiglio Comunale, Rosario Lo Faro, Presidente del Rotary Reggio Calabria, Simonetta Neri, referente Interact del club padrino Rotary Reggio Calabria, Maria Rita Della Foresta, tutor scolastico Interact Convitto “T. Campanella” e il Direttivo Interact Club Convitto “T. Campanella”.

«Un momento molto importante per la nostra città – ha dichiarato l’Assessora Scopelliti a margine della cerimonia – un momento di crescita per la comunità scolastica che attraverso questa attività vive un momento di responsabilità che hanno scelto ed accolto con entusiasmo, un impegno di rinascita che guarda alla tutela e alla valorizzazione del bene comune. Siamo qui per testimoniare il nostro ringraziamento per il lavoro promosso dalla comunità scolastica – ha aggiunto l’Assessore all’Ambiente Paolo Brunetti – siamo contenti di questa iniziativa e speriamo possa rappresentare un seme di speranza e di bellezza, riqualificando uno spazio che adesso i ragazzi sentiranno come proprio, imparando a rispettarlo e a difenderlo anche da episodi di vandalismo».

Di “iniziativa encomiabile” ha parlato il Presidente del Rotary Reggio Calabria Rosario Lo Faro che ha messo in evidenza “il valore della sinergia con le istituzioni” e la promozione “della cittadinanza attiva” che è fondamentale per “promuovere il decoro sul territorio della nostra città, per renderla ancora più bella – ha detto – come diceva il mio amico, la nostra Reggio bella e gentile”.

Soddisfazione è stata espressa infine dalla Dirigente Scolastica Francesca Arena. «Una giornata – ha spiegato – della quale l’intera comunità del Convitto è orgogliosa. Dalla brillante idea promossa da Interact di adottare questo spazio è nato un fermento ed una sinergia che ha messo insieme la scuola, gli studenti, i docenti, i genitori e l’Amministrazione comunale. È la prima volta che una scuola partecipa direttamente al progetto Adotta il Verde. Ringrazio il sindaco Falcomatà perché ha creduto a questo progetto. Non è stato semplice, non tanto per l’adozione, ma per l’assunzione di responsabilità che si fa nel mantenere il decoro dello spazio verde. Io ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a questo progetto. Ciò che è importante – ha concluso – è il messaggio che c’è dietro questa iniziativa: i ragazzi ci credono e si adoperano per fare in modo che la nostra città sia sempre più bella ed accogliente. Da parte nostra è necessario l’impegno affinché questa loro voglia possa essere supportata da una propensione alla coscienza civile e alla legalità diffusa».

top