domenica,Settembre 26 2021

Servizio idrico integrato, i sindaci della Locride chiedono lumi all’Authority

A Siderno proficuo incontro con Manna e Viscomi. Via libera anche al canile sanitario. Pronta una piattaforma programmatica in vista dell'incontro con i sindacati

Servizio idrico integrato, i sindaci della Locride chiedono lumi all’Authority

Una riunione interlocutoria ma utile per capire e affrontare alcune questioni prioritarie per lo sviluppo del territorio. A tenere banco nel corso dell’ultima assemblea dei sindaci della Locride la gestione del servizio idrico integrato, su cui hanno relazionato il presidente dell’autorità idrica della Calabria Marcello Manna e il direttore Francesco Viscomi, a cui gli amministratori locali hanno chiesto chiarimenti.

«Serve programmazione»

«La presenza di Manna e Viscomi rappresenta la necessità di coinvolgere tutti i territori per avere un dialogo diretto e verificare le esigenze dei primi cittadini – ha detto il presidente dell’associazione dei comuni della Locride Caterina Belcastro – è stato un approccio molto positivo su un tema di grande attualità. Serve però un’adeguata programmazione».

Il canile sanitario

Sul tavolo anche la proposta del commissario straordinario che guida il comune di Siderno Maria Stefania Caracciolo di istituire un canile sanitario pubblico per la Locride in un bene confiscato alla ‘ndrangheta, incassando il parere favorevole di tutta l’assemblea. I sindaci, dopo una breve discussione, hanno dato mandato alla Caracciolo di affrontare il problema con il commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria, Gialuigi Scaffidi, per le necessarie verifiche e per approfondire i costi del servizio. 

Verso l’incontro con i sindacati

All’ordine del giorno era prevista anche una discussione in vista dell’incontro con i segretari nazionali di Cgil, Cisl e Uil previsto per il 26 luglio a Siderno, per elaborare una piattaforma programmatica da illustrate a Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri. Lunedi è stato fissato un incontro tra i sindaci e i segretari regionali dei sindacati proprio per un’organizzazione ottimale dell’incontro.

top