sabato,Luglio 31 2021

Aeroporto dello Stretto, Falcomatà: «Reggio non vuole mettersi in competizione con Lamezia»

Il sindaco: «La nostra struttura vuole essere da supporto ad una strategia comune di sviluppo degli aeroporti ed attrarre i passeggeri della vicina Sicilia»

Aeroporto dello Stretto, Falcomatà: «Reggio non vuole mettersi in competizione con Lamezia»

Dare la possibilità ai tre aeroporti calabresi di avere dei collegamenti continui ed interpretare, in qualche modo, lo loro singole le strategie. Torna sulla vicenda della rottura con Sacal per l’aeroporto “Tito Minniti” di Reggio Calabria il sindaco Giuseppe Falcomatà, nel corso della conferenza di chiusura della tre giorni sul museo del mare.

«Noi abbiamo un aeroporto internazionale, un aeroporto che sta quasi per chiudere e quello di Reggio Calabria: la nostra struttura – afferma il sindaco metropolitano – vuole essere da supporto ad una strategia comune di sviluppo degli aeroporti ed attrarre i passeggeri della vicina Sicilia ed essere un aeroporto nazionale con collegamenti continui e costanti con le principali città italiane.

Poi è chiaro che per ciò che riguarda i voli stagionali i charter ed il resto può esserci, ma si deve partire dai collegamenti continui con le principali città del nostro Paese a prezzi dignitosi e convenienti».

Secondo il sindaco «Non è una situazione unica nel nostro Paese, basti pensare a Firenze e Pisa, o Bari e Brindisi. L’esperienza della gestione multipla degli aeroporti ha visto in altre regioni la possibilità e la capacità di tenere in vita, in piedi, alimentare, far crescere gli aeroporti presenti ognuno con il proprio tipo di sviluppo. Oggi purtroppo questo non succede nella nostra regione».

top