sabato,Ottobre 16 2021

Regionali, Marra (FdI): «Non accetto lezioni dal commissario Nesci che continua a dire bugie»

Il consigliere comunale di Platì lo critica per non aver preso in considerazione la candidatura di Demetrio Marino, sostenendo di non voler «più subire la sua arroganza e prepotenza»

Regionali, Marra (FdI): «Non accetto lezioni dal commissario Nesci che continua a dire bugie»

«In merito alla nota del commissario Denis Nesci di Fratelli d’Italia, riguardante l’analisi del voto regionale a cui ho aderito senza nessuna firma di alcun documento, rimango sbalordito, che non solo non conosce i problemi interni al partito ma ancora peggio non conosce i propri tesserati e delegati nazionali». È quanto afferma Pietro Marra, consigliere comunale di Platì nonché capogruppo e delegato alla Polizia locale, Viabilità e Sicurezza dei cittadini, che esibisce la tessera di partito emessa a Roma dalla Segreteria nazionale il 4 marzo scorso, «quindi ancora regolarmente valida, dalla quale si evince che non sono un ex militante ma un regolare tesserato che qualche mese fa si lamentò “privatamente” per alcune scelte interne dello stesso commissario, defilandosi momentaneamente dalla vita attiva del partito.

Tutto questo sino a fine luglio – spiega – quando ricevo dopo mesi di attesa, la nomina da parte del responsabile nazionale Sergio Pirozzi (ex sindaco di Amatrice) a componente del Dipartimento nazionale Emergenze e Prevenzione Grandi Rischi, girata dallo stesso anche a Wanda Ferro (commissario regione Calabria) e a Giovanni Donzelli, responsabile nazionale Organizzazione Fratelli d’Italia».

Marra continua dicendo che «anche il fatto stesso di non commentare volutamente la nostra analisi del voto e cercare di distogliere l’attenzione non fa di lui il vero politico che si è candidato due volte all’Europarlamento e sicuramente non è mai stato consigliere comunale, altrimenti come da nostra proposta di Circolo, avrebbe preso in considerazione insieme a Donzelli, la candidatura alle elezioni regionali di Demetrio Marino, unico consigliere e capogruppo della città di Reggio Calabria.

Da consigliere comunale, capogruppo e delegato alla Polizia Locale, Viabilità e Sicurezza dei cittadini del comune di Platì, consiglio al commissario Nesci di non insinuare e attribuirmi azioni di invio documenti e varie perché non intendo più subire la sua arroganza e prepotenza. Concludo facendo notare che lo stesso continua a dire sia nei vari comunicati che sui social la frase, “il mio partito”, ma da quello che risulta a me non c’è mai stato un atto di vendita di Fratelli d’Italia nella persona di Giorgia Meloni verso Nesci».

top