martedì,Novembre 30 2021

Reggio, il Pd insiste: «Azzerare la giunta». Oggi vertice con Brunetti

In tutto questo scomoda la posizione del primo cittadino sospeso che ha ben poca scelta, se non prendere tempo e agire per limitare al minimo i danni

Reggio, il Pd insiste: «Azzerare la giunta». Oggi vertice con Brunetti

Proseguono senza sosta le trattative per uscire dallo stallo al comune di Reggio Calabria dopo la sentenza sul caso “Miramare” che ha visto la sospensione del sindaco, Giuseppe Falcomatà, e di una parte dei suoi amministratori, a causa della legge Severino.
È il Pd che continua a dettare la linea dopo lo “sgarbo’ del primo cittadino con la nomina di Paolo Brunetti suo vice al Comune e Carmelo Versace alla Metrocity, avvenuta senza consultare il Partito.

Vertice con Brunetti

È prevista per la giornata di oggi la riunione interpartitica. Prima però una delegazione del Pd andrà a colloquio con Brunetti, sindaco facente funzioni. La delegazione sarà composta dal consigliere regionale Nicola Irto, dal commissario regionale Stefano Graziano e da un consigliere comunale.

Linea ferma: azzerare la giunta

Su un dato non si transige: il Pd chiede l’azzeramento della Giunta Falcomatà. Tutti, nessuno escluso. In particolare tre consiglieri hanno insistito perché si possa procedere. I numeri che ne verrebbero fuori, fatti due calcoli, sarebbero impietosi. Quattro assessori sarebbero nominati dal Partito democratico, tre dai Democratici Progressisti e due alle liste civiche. Naturalmente il Pd conta di avere assessorati di peso che possano incidere sulla politica cittadina e risollevare la città, nonostante tutto.

In tutto questo scomoda la posizione del primo cittadino sospeso che ha ben poca scelta, se non prendere tempo e agire per limitare al minimo i danni.
Il contesto politico, anche oggi, registra il silenzio assoluto del Centrodestra cittadino, partito con la foga di chi avrebbe voluto fare tabula rasa e invece, a cinque giorni dalla sentenza, ancora non pervenuto.

top