martedì,Gennaio 25 2022

Caso Miramare, Ripepi: «Chiederemo conferenza dei presidenti dal direttore generale»

Per la terza volta la dirigente Squillaci non si è presentata in commissione vigilanza per essere ascoltata sulla mancata costituzione del Comune nel processo. Domani conferenza stampa

Caso Miramare, Ripepi: «Chiederemo conferenza dei presidenti dal direttore generale»

«È una questione tecnica ed anche politica». Così Massimo Ripepi, consigliere comunale di Coraggio Italia, stamattina, nel corso della seduta della Commissione vigilanza, da lui presieduta. La commissione, per la terza volta, attendeva di audire la dirigente Fedora Squillaci, in merito alla mancata costituzione del Comune nel caso Miramare, come previsto dal Codice etico a cui il sindaco sospeso, Giuseppe Falcomatà, aveva aderito.

«È gravissimo che la dirigente non sia intervenuta – ha spiegato Ripepi in commissione – oggi è messa una pietra miliare su una questione politica che affronteremo dal punto di vista tecnico». L’intenzione del presidente è di chiedere «la conferenza urgente dei presidenti davanti al direttore generale». In ogni caso «Saranno prese iniziative, come le comunicazioni al ministero degli Interni».

Più conciliante nel sui intervento il consigliere Giovanni Latella che aggiunge «Non possiamo estremizzare, ma dobbiamo comprendere le motivazioni, non vedo un problema politico, basta guardare le commissioni e le presenze, basta raccordarsi meglio. Oltretutto c’è la possibilità di farlo a distanza».

Ma Ripepi insiste poiché, a suo dire, «il problema politico c’è su questo tema della costituzione di parte civile e sulle modalità se un dirigente non si presenta».

Sulla “Mancata costituzione parte civile Caso Miramare. Gravi responsabilità, silenzi, doppiopesismo”, è stata convocata per domattina una conferenza a palazzo San Giorgio.

top