domenica,Maggio 22 2022

Viabilità, Conia scrive al sindaco metropolitano «Che fine hanno fatto i lavori programmati sulle strade pre-aspromontane?»

Il consigliere metropolitano si è fatto portavoce delle istanze del “Movimento Popolare Cittadinanza Attiva - Ci Siamo Rotti”

Viabilità, Conia scrive al sindaco metropolitano «Che fine hanno fatto i lavori programmati sulle strade pre-aspromontane?»

Il consigliere metropolitano Michele Conia, facendosi portavoce delle istanze dei cittadini, ha scritto una lettera al sindaco della Città metropolitana, per chiedere lumi sui lavori relativi alla viabilità aspromomtana e pre-aspromontana programmati dall’Ente, ma mai avviati. «La presente si legge nella missiva – per chiedere informazioni riguardo a quanto denunciato in questi giorni dal Comitato spontaneo denominato “Movimento Popolare Cittadinanza Attiva – Ci Siamo Rotti” che contesta lo stato della viabilità di collegamento tra l’intera area aspromontana e pre-aspromontana del circondario di Oppido e la costa tirrenica con un esposto presentato alla Procura della Repubblica.

Nello specifico segnalano lavori deliberati da codesto Ente risultati inefficaci e mal effettuati, nel loro esposto indicano: “….la Città metropolitana interveniva nella primavera 2021 asfaltando in modo discontinuo brevi tratti della SP2bis che precedono l’ingresso in Oppido M. (circa 4 km dalla zona denominata Ferrandina); asfaltando discontinuamente brevi tratti della SP1 dir tra Varapodio e Oppido; eseguendo una pulizia sommaria lungo la SP29 tra Oppido e Amato…”
Oltre a denunciare nuovamente lo stato di abbandono e precario di altre strade, più specificatamente: “…In principal modo intendiamo riferirci ai tratti:

  1. SP29 OPPIDO – AMATO
    Strada di vitale collegamento per tutti i centri aspromontani che garantisce la comunicazione di Oppido e dei centri ad esso afferenti, ovvero Santa Cristina, Delianuova, Scido, Cosoleto, Sitizano, Varapodio, con la città di Amato, che costituisce per tali comuni lo sbocco sulla Piana di Gioia Tauro.
  2. SP1 dir VARAPODIO – TERRANOVA
    Strada al collasso in vari punti, soprattutto nel tratto in cui è sito il ponte sul fiume Marro, più volte oggetto di interventi superficiali e attualmente in grave pericolo di crollo. Città Metropolitana di Reggio Calabria
    Protocollo n. 5271/2022 del 24/01/2022
    Palazzo Alvaro
    Piazza Italia – 89125 Reggio Calabria
  3. SP2 bis CASTELLACE – DELIANUOVA
    Strada vitale per il collegamento dei centri di Scido, Lubrichi, Sitizano, San Procopio, Cosoleto, con il più vicino centro di servizi, ovvero Oppido Mamertina.
  4. SP2 OPPIDO – ZERVO’
    Tratto stradale indispensabile per raggiungere il Parco Nazionale d’Aspromonte e le aziende in esso collocate, in primo luogo l’Ostello di Zervò. Attualmente tale strada è interessata da numerose frane e priva della segnaletica adeguata.…”

    Ritengo che quanto segnalato sia di una gravità immensa – continua Conia – e chiedo, pertanto, di conoscere lo stato dei lavori deliberati dall’Ente e i motivi per cui sono stati effettuati semplici rappezzamenti in luogo ad un adeguato intervento di ripristino, nonché di intervenire per ripristinare decorosamente la viabilità e garantire la sicurezza della circolazione stradale al fine di scongiurare eventuali incidenti o danni che porterebbero a futuri contenziosi per l’Ente o a situazioni ben più gravi.

    Contestualmente chiedo che il ripristino della rete viaria indicata dal comitato, insieme ad un’opportuna riprogettazione di tutta la viabilità dell’area tirrenica e aspromontana, siano opportunamente inseriti nei lavori che saranno previsti con i PNRR, che costituiscono un’ottima occasione per risollevare questo territorio a lungo bistrattato e martoriato. E’ nostro compito – ha concluso – vigilare e operare affinché ai cittadini del territorio della Città Metropolitana di Reggio Calabria siano garantiti dignità, servizi, condizioni di vita decorose e ottimali. Chiedo, quindi, un cortese e pronto riscontro alla presente nonché di voler procedere con estrema sollecitudine alla risoluzione delle problematiche segnalate».

top