domenica,Maggio 19 2024

Reggio, Il Comune rivede il Pon: risorse per condono, Tapis roulant e Lido

La rimodulazione del Piano operativo riguarda diversi ambiti. Massima attenzione anche per il welfare e l’assistenza agli svantaggiati. Destinati 1,2 mln per il completamento del Waterfront

Reggio, Il Comune rivede il Pon: risorse per condono, Tapis roulant e Lido

«Tenuto conto, in ragione della stringente tempistica attuativa, della necessità di provvedere alla rimodulazione del Piano operativo al fine di prevedere, in sostituzione di taluni interventi progettuali, nuovi interventi ad invarianza di spesa nonché il soddisfacimento dell’esigenza di una nuova ridistribuzione della dotazione finanziaria avanzata dal Settore Ammodernamento rete idrica, fognaria e sistemi manutentivi ed Erp, del Settore Ambiente e del Settore Welfare» la giunta comunale con la delibera n° 63 del 12 aprile scorso ha approvato il nuovo Piano Operativo per l’attuazione del Pon Metro 2014-2020 nella città di Reggio Calabria.

Si tratta in sostanza di uno spostamento di risorse da alcuni progetti ad altri che delineano in qualche modo anche la strategia e le urgenze di Palazzo San Giorgio impegnato nell’approvazione del Bilancio di previsione 2022/2024 slittata grazie al “Milleproroghe” al prossimo 31 maggio.

Trecentomila euro per il condono

Andando nel dettaglio della nuova rimodulazione, le variazioni più significative, ma non solo dal punto di vista economico, riguardano alcuni interventi attesi dalla cittadinanza. Basti pensare, ad esempio, che al capitolo “azioni digitali rivolte alla dematerializzazione di condono edilizio al cittadino” sono state assegnate 300 mila euro. Questo d’altra parte era stato anche argomento della campagna elettorale, con gli sfidanti in campo a dare anche delle indicazioni temporali sulla chiusura dei contenziosi. Ma da allora è calato il silenzio sulla questione, che ritorna in auge con l’assegnazione di risorse che dovrebbero servire a far partire tutta l’operazione.

Luci su Teatro Cilea e Tapis roulant

Nelle operazioni di riefficentamento energetico dell’illuminazione pubblica, oltre 500 mila euro (come già annunciato da Palazzo San Giorgio) saranno destinate agli Interventi di miglioramento e di ecoefficienza volti alla riduzione dei consumi energetici del Teatro comunale Francesco Cilea; ed un altro mezzo milione all’efficientamento energetico e riqualificazione dell’impianto ettometrico in via Giudecca, meglio conosciuto come “Tapis roulant”, che potrebbe tornare a vita nuova dopo anni di buio gestionale.

Spazio all’eterna riqualificazione del Lido

Passa invece da 2,7 milioni a quasi 4 l’azione del Piano per la cura del verde urbano e la creazione di giardini attrezzati per la città. In questo caso però viene rinviata la riqualificazione dell’area del Tempietto con la prevista creazione di un’area verde, e la “rigenerazione urbana” dei rioni F e G del Trabocchetto che perdono rispettivamente risorse tra 1,3 e 1,4 milioni. Risorse che verranno riallocate nella riqualificazione del verde e delle cabine, con annessa bonifica dell’area esterna, del lido comunale (1,4 milioni).

Economia circolare, nuovo sprin

Importanti risorse, che nel precedente Piano non erano contemplate, sono state allocate sulle Azioni di transizione verso l’economia circolare. Parliamo di 3 milioni e 850 mila euro. Sullo stesso Asse del Pon Metro vengono cancellati al momento i 250 mila euro previsti per le start-up del centro del riuso. E ben 3,6 milioni previsti in precedenza per il sostegno alle Pmi per soluzioni di economia circolare.

Le risorse rimangono sostanzialmente invariate per le azioni volte al miglioramento del trattamento delle acque reflue e per il recupero delle condotte idriche.

Welfare, più risorse per assistenza ai minori disabili

Diverse operazioni vengono previste nel settore del welfare. Intanto è stato implementato il plafond per i servizi della prima infanzia– Asili nido di quasi 300 mila euro; e anche i Servizi di Assistenza educativa per minori disabili passano da 1,8 milioni circa a 2,45. Lieve flessione per i servizi di assistenza domiciliare per anziani non autosufficienti che passano dai 760 mila euro previsti a 541. Dovrebbe rimanere invariata invece, la quota destinata ai servizi di assistenza domiciliare per i cittadini diversamente abili.

Waterfront verso il completamento

Nell’Ambito IV del POC, Palazzo San Giorgio ha visto assegnate nuove risorse (oltre 3 milioni) destinate al finanziamento degli interventi funzionali all’attuazione del Pon Metro sostituiti da interventi emergenziali per il contrasto degli effetti del Covid-19 o fuoriusciti dal Programma.

Tra gli interventi ipotizzati ci sono le Azioni di supporto a completamento del Waterfront che riceverà circa 1,2 milioni euro di risorse mancanti per la sua definitiva realizzazione. Trecentomila euro sono stati invece destinati ai servizi innovativi di supporto all’abitare; mentre 500 mila alla manutenzione straordinaria dell’immobile destinato a centro diurno per disabili, a Catona.

top