lunedì,Giugno 27 2022

Regione, la riorganizzazione di Occhiuto mette in crisi la Cittadella: nuovi dg senza strutture

I tre manager scelti dal governatore non possono nominare gli staff tecnici. Una sentenza blocca le indennità aggiuntive. E intanto i dipendenti lamentano un diverso trattamento rispetto ai funzionari

Regione, la riorganizzazione di Occhiuto mette in crisi la Cittadella: nuovi dg senza strutture

Forse Roberto Occhiuto ha decantato troppo presto la «riorganizzazione della macchina burocratica». In realtà, la nomina dei nuovi direttori generali sta creando una mezza paralisi nelle attività amministrative della Cittadella.

Senza contare il malcontento crescente di tutti quei dipendenti per i quali, a differenza dei funzionari, non sono più previsti bonus economici per il lavoro extra nelle strutture ausiliarie. Quella di Occhiuto, secondo diversi addetti ai lavori, sarebbe insomma diventata una Regione divisa tra impiegati di serie A e di serie B.

Le nomine 

Pochi giorni fa, il governatore ha nominato tre nuovi dirigenti generali: Domenico Costarella (Protezione civile), Fortunato Varone (Sviluppo economico) e Salvatore Siviglia (Ambiente e urbanistica).

Il cambio ai piani alti dei dipartimenti avrebbe determinato la decadenza automatica di ben sei tra strutture ausiliarie e segreterie tecniche, per un totale di circa 33 unità di personale ritornate ai settori di provenienza. Continua a leggere su LaCnews24.it

top