giovedì,Ottobre 6 2022

Cinquefrondi, il Comune ottiene un finanziamento per quattro progetti di digitalizzazione

Il sindaco Michele Conia: «Vogliamo creare una città più a misura d’uomo che tenda a unire dando servizi uguali per tutti»

Cinquefrondi, il Comune ottiene un finanziamento per quattro progetti di digitalizzazione

Grazie a un corposo finanziamento, il comune di Cinquefrondi potrà realizzare ben quattro progetti di digitalizzazione, fortemente voluti dall’Amministrazione comunale, da sempre attenta ai nuovi processi di trasformazione digitale della Pubblica amministrazione. Gli amministratori cinquefrondesi, con in testa il sindaco Michele Conia, sono convinti che «tale cambiamento porterà a servizi più sicuri e integrati, migliorando al contempo il lavoro quotidiano di dipendenti e dirigenti con riduzione dei costi e con un aumento della trasparenza amministrativa e dei servizi ai cittadini. Una strada che, se virtuosamente percorsa, porterà ad un miglioramento complessivo dei processi di democratizzazione della pubblica amministrazione, mediante accessi più facili e diretti anche da parte dei cittadini, non più solo spettatori e sudditi ma compartecipi, informati e più consapevoli delle scelte e dei processi decisionali».

Su questa scia, sono stati accettati e sovvenzionati i progetti presentati dal Comune, relativi a misure che riguardano l’estensione dell’utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale, l’adozione dell’app IO, l’abilitazione al cloud per le pubbliche amministrazioni locali e l’esperienza del cittadino nei servizi pubblici. Quest’ultima misura, per ben 155.234 euro, dimostra l’attenzione e il coinvolgimento che l’Amministrazione comunale insegue da sempre per i cittadini, in modo da integrarli all’interno della amministrazione pubblica.

«Le misure consegnano complessivamente al Comune centinaia di migliaia di euro – ha affermato il primo cittadino -. Sarà nostra cura seguire ogni singolo passo di tale importante ed epocale cambiamento che peraltro, bene si integra con altri progetti già approvati, per la creazione di una città più a misura d’uomo, ma integrata e presente, che tenda a unire dando servizi uguali per tutti».

top