sabato,Febbraio 4 2023

Rigenerazione urbana, 10 milioni di euro per 18 comuni della Piana

Cinquefrondi e Scido sono gli Enti capofila delle due associazioni di comuni che hanno partecipato al bando del Governo ottenendo un finanziamento di 5 milioni ciascuno

Rigenerazione urbana, 10 milioni di euro per 18 comuni della Piana

Con decreto del 19 ottobre scorso, il Dipartimento per gli Affari interni e territoriali ha assegnato un finanziamento di 5 milioni di euro ciascuno, alle due associazioni di comuni, che vedono capofila Cinquefrondi e Scido. Tali contributi ai comuni sono previsti dalla Legge di bilancio per investimenti in progetti di rigenerazione urbana e decoro, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del tessuto sociale e ambientale.

Potevano richiedere i contributi – nel limite massimo di 5 milioni di euro – i comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti che, in forma associata, li superassero. La domanda doveva essere presentata dal comune capofila, che per l’associazione composta da Anoia, Candidoni, Feroleto della Chiesa, Giffone, Laureana di Borrello, Maropati, Serrata e San Pietro di Caridà è stato individuato in Cinquefrondi e per quella composta da Cosoleto, Delianuova, Melicuccà, Molochio, Oppido Mamertina, Santa Cristina d’Aspromonte, Varapodio e Terranova Sappo Minulio, è stato individuato in Scido.

Cinquefrondi

È stato presentato ieri mattina, nella sala consiliare del comune di Cinquefrondi, il progetto “Percorso di Arvo lupo d’Aspromonte – Rigenerazione urbana per una mobilità sostenibile”, per il quale i comuni di Cinquefrondi (capofila), Anoia, Candidoni, Feroleto della Chiesa, Giffone, Laureana di Borrello, Maropati, Serrata e San Pietro di Caridà, in forma associata, hanno ottenuto un finanziamento di 5 milioni di euro, all’interno della misura “Rigenerazione urbana”.

«Il progetto si sviluppa su due livelli tra loro interconnessi – ha spiegato il sindaco di Cinquefrondi Michele Conia, affiancato dai sindaci di Laureana, Feroleto, Anoia e Maropati (assenti per impegni istituzionali gli altri 4) – il primo, che rientra nella tipologia “mobilità sostenibile”, prevede la creazione di una linea di trasporto pubblico che utilizzerà due minibus elettrici della capacità di circa 22 posti, tra cui due per diversamente abili su carrozzina, che collegherà i centri abitati più piccoli con Cinquefrondi e con Polistena e la messa a disposizione di biciclette elettriche per permettere lo spostamento individuale o in gruppo, anche per la scoperta o rivitalizzazione del territorio di interconnessione.

Il secondo, che rientra nella tipologia “miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale”, prevede la rigenerazione di alcuni luoghi dei centri abitati, attraverso il miglioramento del decoro urbano e ambientale di aree degradate o in disuso con opere di sistemazione urbana e con il posizionamento di attrezzature per la sosta e la ricarica dei veicoli (pensiline fotovoltaiche, stazioni di ricarica), nonché arredi urbani per l’attesa e l’arrivo degli utenti (panchine solari, cestini intelligenti, totem interattivi multimediali). Tali opere sono tra di loro correlate attraverso il percorso di mobilità sostenibile previsto, e per la cui realizzazione sarà fondamentale l’apporto del tecnico esperto individuato, la cui figura ci è stata finanziata con i fondi del Pnrr».

Scido

Altri 5 milioni sono stati stanziati all’associazione di comuni composta di Scido (capofila), Cosoleto, Delianuova, Melicuccà, Molochio, Oppido Mamertina, Santa Cristina d’Aspromonte, Varapodio e Terranova Sappo Minulio, che verranno ripartiti per la realizzazione di 9 progetti distinti.

Le proposte progettuali sono: per il comune di Scido “Interventi di miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, mediante la realizzazione di un anfiteatro finalizzato a eventi culturali, educati e didattici”; per il comune di Oppido Mamertina “Interventi di riqualificazione e adeguamento di infrastrutture degradate presenti nel territorio comunale”; per il comune di Molochio “Interventi sulla via Padre Francesco Zagari finalizzati alla sua manutenzione, riuso e rifunzionalizzazione per consentire la mobilità sostenibile e di accesso agli spazi pubblici servili”; per il comune di Varapodio “Riqualificazione aree verdi ed efficientamento energetico giardino Scuola elementare, Villa comunale e aree adiacenti”; per il comune di Delianuova “Lavori di riqualificazione e miglioramento della qualità e del decoro urbano delle piazze e vie cittadine”; per il comune di Cosoleto “Rifacimento tratto terminale della via Regina Margherita della frazione di Sitizano che conduce al Museo delle carrozze”; per il comune di Santa Cristina d’Aspromonte “Lavori di riqualificazione di piazza della Repubblica”; per il comune di Terranova Sappo Minulio “Lavori di riqualificazione delle vie di accesso al centro storico e riuso degli spazi pubblici a esse adiacenti”.

top