domenica,Febbraio 25 2024

Reggio, notificata nuova sospensione a Castorina: Andidero rientra in Consiglio

Il prefetto Mariani ha inviato una missiva a Palazzo San Giorgio che certifica la sussistenza delle cause di sospensione per l’ex capogruppo dem

Reggio, notificata nuova sospensione a Castorina: Andidero rientra in Consiglio

Sussistenza causa di sospensione di diritto della carica”. Così, nell’oggetto della missiva partita da Palazzo del Governo e indirizzata alla Segreteria generale di Palazzo San Giorgio, il Prefetto Massimo Mariani, ha notificato una nuova sospensione per Antonino Castorina, ex capogruppo del Partito democratico che era stato reintegrato in Consiglio comunale a giugno scorso.

Come si ricorderà, Castorina è al centro delle indagini relative ai “brogli” svelati dalla Procura di Reggio Calabria dopo le elezioni comunali del 2020 che riconfermarono, dopo il turno di ballottaggio, Giuseppe Falcomatà sindaco di Reggio Calabria. Nel provvedimento che lo vide coinvolto Castorinà subì anche un “divieto di dimora” che all’epoca sostituì gli arresti domiciliari. La misura del Divieto di dimora fu dichiarata inefficace a decorrere dal 10 dicembre del 2021, ma proprio con ordinanza n° 171/22 depositata lo scorso 10 marzo dal Tribunale di Reggio Calabria, la misura è tornata esecutiva a seguito della sentenza della Corte di Cassazione dello scorso 19 settembre.

La Prefettura ha preso atto anche del parere del Ministero dell’Interno che il 26 ottobre scorso lo ha rilasciato su richiesta degli uffici reggini, relativamente alle iniziative di competenza da adottare a seguito del ripristino della misura cautelare nei confronti di Castorina.

In altre parole, il Ministero ha suggerito di adottare un «provvedimento che accerti ex novo la sussistenza della causa di sospensione conseguente ope legis all’art. 283, comma 1, cpp, fintantochè sarà efficace la misura coercitiva del divieto di dimora, limitatamente alla sede ove si svolge il mandato elettorale».    

Dunque, si riaprono le porte di Palazzo San Giorgio per la dem Ersilia Andidero che già aveva preso il posto di Castorina nel corso della prima sospensione rimediata, per effetto della Legge Severino, nell’ambito del caso “brogli”.

Articoli correlati

top