venerdì,Febbraio 3 2023

Reggio, nasce un nuovo polo di prossimità ad Arghillà

Aggiudicazione definitiva per l'impresa che realizzerà l'intervento del Comune per il recupero di un immobile

Reggio, nasce un nuovo polo di prossimità ad Arghillà

Ad Arghillà, difficile quartiere nord di Reggio, nascerà un nuovo polo di prossimità.

Con determinazione dirigenziale del settore Lavori pubblici del 18 ottobre scorso, arriva l’aggiudicazione definitiva per l’impresa che realizzerà l’intervento del Comune per il recupero di un immobile che ospiterà il polo.

Strutture per l’inclusione sociale

Ad Arghillà ricordiamo che, da più un anno, esiste un polo di prossimità, legato al centro Ace di Pellaro.

Un ulteriore punto di ritrovo, un presidio in grado di garantire ulteriore sostegno sanitario ai residenti.

Tra gli interventi previsti nel Piano Operativo che individua le operazioni (progetti) da realizzare nell’ambito del Pon Metro, delle strutture per l’inclusione sociale, risulta inserito il progetto di “Recupero di un immobile in Arghillà per la creazione di un polo di prossimità” per l’attuazione del quale è previsto uno stanziamento di 605.000,00 euro.

Dopo la gara d’appalto, esperita con procedura negoziata e con il criterio del minor prezzo.

Un iter non semplice poiché, con determina n. 3135 del 07 settembre 2022, si è provveduto alla revoca dell’aggiudicazione definitiva in quanto l’impresa aggiudicataria ha inviato comunicazione di non voler eseguire i lavori.

L’appalto

La determina stabilisce di aggiudicare definitivamente l’appalto dell’opera denominata “Recupero di un immobile in Arghillà per la creazione di un Polo di Prossimità” del Comune di Reggio Calabria per un importo complessivo di 341.268,82 euro, compreso nell’intervento denominato (Pon) metro città Metropolitane 2014–2020 della Città di Reggio Calabria, all’impresa Eurowork srl, 293.086,79 euro oltre 17.157,59 euro per “oneri della sicurezza”, quindi per un ammontare netto pari a 310.244,38 euro, oltre Iva al 10% per 31.024,44 euro per un totale complessivo di 341.268,82 euro nonché alle altre condizioni contenute nel bando di gara e nel capitolato speciale d’appalto.

Dunque c’è adesso una ditta che si è aggiudicata l’appalto e si potrà procedere a fare i lavori per la creazione della nuova struttura, fondamentale per poter in futuro raccontare un territorio diverso. Un luogo che non è solo illegalità e inciviltà.

Articoli correlati

top