venerdì,Giugno 21 2024

“Sisma dello Stretto 2022”, Villa San Giovanni in prima linea

L'evento è stato l'occasione per approfondire le criticità del piano comunale di Protezione Civile

“Sisma dello Stretto 2022”, Villa San Giovanni in prima linea

Si è conclusa l’esercitazione nazionale di Protezione Civile “Sima Dello Stretto 2022”, iniziata giorno 4 novembre. Il Comune di Villa San Giovanni, sin dalle prime fasi di tale evento, è stato attivo nei vari incontri di formazione organizzati presso la Città Metropolitana di Reggio Calabria e nei Webinar, mediante la partecipazione sia del Vicesindaco con delega alla Protezione Civile Ada Nicoletta Pavone che dei Responsabili di Settore interessati.

Giorno 26 ottobre veniva pubblicato sul sito dell’Ente un avviso rivolto alla Cittadinanza ed alle Associazioni presenti sul territorio per comunicare che giorno 2 novembre alle ore 18.30, presso la Sala del Consiglio Comunale, si sarebbe tenuto un incontro durante il quale l’amministrazione avrebbe illustrato le modalità di svolgimento dell’esercitazione e dei comportamenti corretti da tenere. La riunione, molto partecipata, è stata anche l’occasione per approfondire – alla presenza dei cittadini e delle associazioni intervenute – le criticità del Piano Comunale di Protezione Civile e la necessità di investire nella programmazione in questo campo.

La vera e propria simulazione è iniziata giorno 4 novembre quando, già dalle prime ore del mattino, a Palazzo San Giovanni – mentre il Vicesindaco Pavone partecipava davanti al Monumento ai Caduti alla cerimonia per la festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate – si allestiva la Sala Consiliare quale sede operativa del C.O.C. (Centro Operativo Comunale).
Alle 10 circa, quando sui cellulari dei presenti suonava l’IT-alert (sistema di simulazione che la Protezione Civile sta ancora testando dopo averlo utilizzato per prima volta durante l‘esercitazione Vulcano 2022) per avvisare della scossa di terremoto e maremoto in atto, tutto era già pronto per la simulazione “Sisma Dello Stretto 2022”.

Nella giornata di venerdì sono state messe in atto tutte le seguenti attività: apertura C.O.C.; verifica della comunicazione tra centri operativi attivati ai diversi livelli territoriali; verifica della sperimentazione del sistema di allarme pubblico nazionale “IT-alert” per informare, tramite l’invio di notifiche istantanee sui cellulari, i cittadini che vivono, lavorano o transitano nei comuni costieri coinvolti nell’esercitazione rispetto al possibile arrivo di onde di maremoto per effetto del terremoto simulato; controllo delle condizioni degli edifici scolastici; ordinanza di chiusura delle scuole; evacuazione degli edifici scolastici; ricognizione operative presso la struttura sanitaria sita in Cannitello e verifica delle condizioni di stabilità dell’edificio; supporto relativo all’evacuazione della struttura sanitaria sita in Cannitello; interruzione della viabilità in Via Vittorio Emanuele in Cannitello per garantire l’evacuazione e la sicurezza dei cittadini residenti; intervento a seguito della frana sulla Strada Statale 18 al Km 516 (nei pressi di Santa Trada) con conseguente deviazione del traffico su Via Petrello; verifica dei danni conseguenti alla seconda scossa di terremoto verificatasi alle ore 12.50 da cui è risultato: verifica della stabilità delle abitazioni.

Le attività, interrotte alle 20 di venerdì, ricominciavano sabato mattina con l’invio delle comunicazioni relative agli eventi simulati alla Prefettura di Reggio Calabria ed alla Protezione Civile Regionale, il tutto con l’ausilio fondamentale della sezione Radioamatori sezione di Villa San Giovanni, coadiuvata dal Presidente Antonio Colosi. Alle 14 si è svolta l’iniziativa organizzata da RFI; è stato simulato il salvataggio di passeggeri di una nave in concomitanza al maremoto. La Protezione Civile Nazionale ha portato in salvo i figuranti, tra cui vi erano anche il Sindaco Giusy Caminiti, il Gruppo Comunale di Volontari Protezione Civile, i volontari della Croce Rossa Italiana Sezione di Villa San Giovanni ed altre associazioni.
La giornata del 6 Novembre, dalle ore 09.00 alle ore 12,00, è stata dedicata alle attività di debriefing.

L’iniziativa “Esercitazione Sisma dello Stretto 2022” è risultata particolarmente importante principalmente perché si poneva l’obiettivo di testare la risposta operativa del Servizio Nazionale della protezione civile ad un evento sismico in un’area ad alta pericolosità nonchè il sistema di allarme pubblico IT-alert, ma anche perché si è rivelata un’occasione preziosa per interrogarsi sulle priorità da affrontare per rendere efficiente il sistema di protezione civile comunale in caso di eventi sismici che, chiaramente, ci auguriamo di non dover mai affrontare, ma che purtroppo bisogna essere preparati a vivere. La soddisfazione per la riuscita dell’evento è piena. I dipendenti, i Dirigenti, il Segretario Comunale ed i volontari del gruppo Protezione Civile Comunale hanno risposto con serietà e disponibilità; l’amministrazione comunale ha assistito a tutte le operazioni con pieno coinvolgimento.

Articoli correlati

top