sabato,Maggio 18 2024

Reggio, i consiglieri metropolitani azzurri: «Ripristino circoscrizioni strumento di democrazia»

Dalla pattuglia di Forza Italia l’apprezzamento per l’emendamento targato Cannizzaro: «Capace di strappare risultati per la città e la regione»

Reggio, i consiglieri metropolitani azzurri: «Ripristino circoscrizioni strumento di democrazia»

«Ad ogni manovra finanziaria del Governo, Francesco Cannizzaro è capace di strappare risultati per Reggio e la Calabria. Un’abitudine che, è giusto rimarcarlo, ormai ha assunto i connotati della normalità, quando invece è qualcosa di straordinario. Perché mai nessun parlamentare è riuscito a portare a casa tutti questi interventi in pochi anni».

A dirlo sono i Consiglieri comunali e metropolitani reggini di Forza Italia che, in una nota congiunta, evidenziano la portata dei 4 emendamenti alla Legge di Bilancio a firma Cannizzaro approvati in Commissione proprio ieri.

«Il ripristino delle circoscrizioni è una battaglia targata proprio Forza Italia, perché rappresentano uno strumento di democrazia e di organizzazione politica fondamentale per il benessere di una città estesa e morfologicamente variegata come Reggio. Sono basilari per rendere più efficiente la macchina amministrativa. Del resto, ad oggi, siamo (anzi, eravamo) l’unica città metropolitana d’Italia a non averle».

Giuseppe Zampogna, Domenico Romeo, Federico Milia, Antonino Caridi, Antonino Maiolino e Roberto Vizzari, poi, si dedicano al Lido comunale e a tutta l’area del Lungomare: «Quell’emendamento da 3 milioni di euro è una mano santa per riportare allo splendore storico d’un tempo un luogo simbolo di Reggio, che ha un potenziale attrattivo senza eguali. Una struttura che da troppo tempo versa in stato di degrado, emarginata a ruoli che non merita, e che invece per valore e posizione può diventare fiore all’occhiello di una nuova stagione di rilancio».

Così come per il Lido, anche gli altri due interventi, quello di Pentedattilo e delle Terme di Antonimina, rappresentano per i consiglieri metropolitani azzurri un «enorme sguardo al futuro in chiave turistica. Parliamo di due realtà dalle peculiarità totalmente differenti, ma entrambe in grado di sviluppare un indotto commerciale tale da poter apportare un salto di qualità economica a tutto il contesto che rappresentano, quindi Area Grecanica e Locride».

Articoli correlati

top