giovedì,Giugno 13 2024

Molochio, diversi cantieri aperti per la riqualificazione della viabilità interna

Quasi ultimati i lavori sulle vie Salvatore Alessio e Cesare Battisti, mentre partiranno a breve quelli che interesseranno corso Onorevole De Nava, via Padre Francesco Zagari, via Sandro Pertini e via Bernardino Telesio

Molochio, diversi cantieri aperti per la riqualificazione della viabilità interna

Sono stati quasi ultimati i lavori per la messa in sicurezza della via Salvatore Alessio e di ripristino della via Cesare Battisti. Più complessi i lavori che hanno riguardato la prima arteria, dal momento che si è trattato di mettere in sicurezza le rampe d’accesso al ponte posto sul torrente Crimi – che si prepone quale infrastruttura della stessa via Alessio – ove i muri andatori si palesavano instabili geostaticamente e imponevano il pericolo di un crollo con conseguente fuori servizio dell’intera tratta stradale.

Via Salvatore Alessio

Sulla seconda strada invece, che è la via di accesso principale al paese dal lato cimitero – continuazione della Sp 31 proveniente da Taurianova – si è proceduto a ripristinare il manto stradale che si presentava con grosse buche, avvallamenti e pendenze inadeguate, dovute a cedimenti e assestamenti della sede stradale, che non permettevano il regolare deflusso dell’acqua piovana, anche per via dell’assenza di cunette, diventando così ricettacolo di detriti terrosi pericolosi per la regolare circolazione.

La prima opera, rientrante nel progetto di “Messa in sicurezza delle strade e opere di sicurezza annessi compresi i canali di deflusso delle acque meteoriche nelle aree del centro abitato di Molochio gravate da dissesti idrogeologici diffusi”, è stata realizzata grazie alle risorse economiche messe a disposizione dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli affari interni e territoriali – nell’ambito dei contributi per interventi riferiti a opere pubbliche e del territorio.

Gli altri cantieri

Diversi altri tratti stradali urbani saranno interessati da lavori di ripristino e messa in sicurezza, ossia il corso Onorevole De Nava e le vie Padre Francesco Zagari, Sandro Pertini e Bernardino Telesio. Il manto stradale del corso De Nava si presenta danneggiato a causa di scavi realizzati per il posizionamento della pubblica fognatura e al centro della sede stradale, un raffazzonato ripristino in cemento, ne pregiudica la funzionalità e l’estetica. L’intervento prevede la fresatura della pavimentazione stradale, la pulizia completa del piano viario con mezzi meccanici per eliminare i detriti, la spargitura di emulsione bituminosa di ancoraggio e il rifacimento dello strato di usura sulla parte fresata.

Via Padre Francesco Zagari e Corso Onorevole De Nava

La via Padre Francesco Zagari è un’altra via di accesso principale al paese, dal lato Convento, ed è la continuazione della Sp 31 proveniente da Terranova Sappo Minulio. Lo strato di usura che la caratterizza è stato in alcuni tratti ripristinato più volte e si presenta, allo stato attuale, in pessime condizioni, con presenza di grosse buche e avvallamenti, che si intervallano a tratti di strada in buone condizioni. Ciò compromette il transito e la funzionalità riducendone la sicurezza.
L’intervento prevede opere di pulizia del piano viario, con mezzi meccanici, per eliminare i detriti. I tratti di strada dove è danneggiato lo strato di usura, previa spargitura di emulsione bituminosa di ancoraggio, verranno rifatti. Dove necessario, verranno rimossi e rimessi in opera i chiusini dei pozzetti esistenti per l’adeguamento delle quote al nuovo manto stradale, tramite un rialzo in calcestruzzo, nei tratti che necessitano di manutenzione e ripristino. Per completare l’opera verrà realizzata la segnaletica orizzontale.

Via Sandro Pertini

La via Sandro Pertini è una strada che serve una zona di nuova edificazione all’interno del centro urbano. Lo strato di usura si presenta, a tratti, in pessime condizioni, specialmente nella parte centrale della sede stradale, dove si alternano tratti di asfalto in buone condizioni, a grosse buche, avvallamenti e depressioni, che ne compromettono il transito, la funzionalità e ne riducono la sicurezza. L’intervento prevede opere di pulizia del piano viario con mezzi meccanici per eliminare i detriti.
I tratti di strada dove è danneggiato lo strato di usura, previa spargitura di emulsione bituminosa di ancoraggio, verrà rifatto. Dove necessario, verranno rimossi e rimessi in opera i chiusini dei pozzetti esistenti, per l’adeguamento delle quote al nuovo manto stradale tramite un rialzo in calcestruzzo nei tratti che necessitano di manutenzione e ripristino. Tutti gli interventi comporteranno una spesa di 110.000 euro.

Articoli correlati

top