lunedì,Marzo 4 2024

Circoscrizioni a Reggio, il vicepresidente di Anci smentisce Brunetti: «Non abbiamo avuto alcun ruolo»

Pella nega il coinvolgimento dell’associazione dei Comuni e risponde al sindaco: «Aver mandato una lettera non significa aver lavorato per l’ottenimento del risultato»

Circoscrizioni a Reggio, il vicepresidente di Anci smentisce Brunetti: «Non abbiamo avuto alcun ruolo»

Il ritorno delle circoscrizioni è il nuovo pomo della discordia tra il centrodestra del deputato di Forza Italia Francesco Cannizzaro e il centrosinistra del sindaco facente funzioni di Reggio, Paolo Brunetti.

Cannizzaro apre le danze con l’emendamento alla Legge di bilancio, presentato qualche giorno fa, che prevede il ritorno delle circoscrizioni a Reggio. Un provvedimento di cui il deputato azzurro vanta paternità e che porterà al 700mila euro per dare immediata attuazione. Perchè, come precisa il deputato azzurro, con le circoscrizioni si possa ripartire da subito.

La bagarre

Ma dopo le congratulazioni di rito, è stato Brunetti che, al Reggino ha specificato che il Comune ha avuto un ruolo fondamentale nelle modifiche.

«Nel mese di agosto il Comune aveva avanzato una proposta formale ad Anci e siamo ben lieti che sia stata accolta e che anche Cannizzaro si sia prodigato durante la presentazione degli emendamenti affinché venisse accolta». Forte di queste parole in sindaco non ha inteso fosse minimizzato il ruolo del Comune.

Parole che adesso trovano una smentita nelle dichiarazioni di Roberto Pella, vicepresidente vicario di Anci dal 2017. Contattato dal Reggino, Pella precisa che «Anci nella vicenda dell’istituzione delle circoscrizioni nella Città metropolitana di Reggio Calabria non ha svolto alcun ruolo. Dunque, mi sorprendono le dichiarazioni che ho letto provenire dai Sindaci facenti funzione reggini».

Nessun merito per i sindaci di Reggio

Un colpo di spugna che toglie ogni merito ai sindaci reggini. Pella mette il carico e spiega: «L’Associazione dei Comuni non è stata assolutamente coinvolta nel raggiungimento di questo risultato sulle circoscrizioni reggine, frutto unicamente di attività emendativa parlamentare.

Io stesso, personalmente, ho ricevuto tantissime sollecitazioni ed emendamenti da parte di Anci essendo vicepresidente vicario ma sinceramente non sono stato investito della faccenda dagli Enti territoriali di Reggio Calabria. Aver mandato una lettera tramite email, come è stato detto, non significa certo aver avuto un ruolo o aver lavorato per l’ottenimento del risultato».

Il ruolo di Cannizzaro

I meriti poi al collega di partito: «Bisogna riconoscere che questo emendamento è una iniziativa esclusiva del deputato Cannizzaro, che ha portato l’attività alla valutazione della Commissione, ottenendo l’approvazione e portando il centrodestra a votare unanime in maniera favorevole su un aspetto vitale per il futuro della Città di Reggio in chiave amministrativa.

Gli va dato atto, dunque, di aver portato sino in Parlamento un tema di spessore, che con determinazione e forte volontà ha fatto sì che fosse inserito all’interno della Legge di Bilancio 2023. E noi, come Commissione e come Forza Italia, non potevamo che sostenere un’azione così fortemente sentita da un territorio importante come quello reggino».

Articoli correlati

top