venerdì,Febbraio 3 2023

Reggio, il Comune promuove il territorio con il wedding tourism

L’amministrazione conferma la volontà di istituire uffici distaccati dello Stato Civile, fuori da Palazzo San Giorgio, al fine di celebrarvi i matrimoni ed unioni civili

Reggio, il Comune promuove il territorio con il wedding tourism

Il giorno del matrimonio, si sa, va ricordato. Ma che fatica organizzarlo. Scegliere la data, il rito, inviare gli inviti, le bomboniere, il menù appropriato, la torta, la musica e l’intrattenimento. Ma soprattutto l’individuazione della location negli ultimi anni è diventato uno dei passaggi fondamentali dell’organizzazione dei matrimoni.

Il Comune di Reggio Calabria dal 2019 ha espresso la volontà ad istituire uffici distaccati dello Stato Civile al fine di celebrarvi i matrimoni ed unioni civili, fornendo gli indirizzi e determinando le tariffe ed i corrispettivi per il contratto di sponsor.

Le ragioni sono diverse, ma sicuramente la crescita esponenziale del fenomeno wedding negli ultimi anni ha indirizzato Palazzo San Giorgio sulla strada della valorizzazione e della promozione del proprio territorio anche attraverso il cosiddetto “wedding tourism” un trend sempre più diffuso fra le giovani coppie che vede il nostro paese come il più amato e apprezzato, anche dagli stranieri.

Il Comune di Reggio Calabria non vuole privarsi dell’opportunità di alimentare questo fenomeno ritenendo, in linea con quanto stabilito nel 2019, e confermato con la delibera di giunta n°7 del 19 gennaio scorso, di procedere alla celebrazione dei matrimoni e unioni civili non solo all’interno del Palazzo Comunale o negli altri spazi di proprietà dell’Ente, ma anche presso altre strutture o aree appartenenti a soggetti pubblici e privati ritenute idonee.

La procedura, messa nera su bianco dall’allora giunta comunale, stabilisce che l’individuazione di eventuali ulteriori sedi debba essere preceduta dalla pubblicazione di idoneo avviso volto a manifestare interesse alla concessione in comodato d’uso gratuito, per la durata di tre anni all’Amministrazione Comunale di appositi spazi/locali da destinarsi agli uffici dello Stato Civile al fine di celebrarvi i matrimoni o le unioni civili.

Così, in seguito alla naturale scadenza delle precedenti convenzioni stipulate tra Palazzo San Giorgio e i titolari di alcune attività di ristorazione, già autorizzate, i legali rappresentanti delle attività interessate hanno rinnovato l’adesione alla manifestazione d’interesse. Acquisite le integrazioni documentali, a conclusione della procedura avviata, ha ritenute ammissibili quattro “location” in quanto rispondenti ai requisiti sostanziali richiesti dal regolamento comunale, disponendo l’istituzione di Uffici separati di Stato Civile presso le strutture: Villa La Fenice; Tenuta Tramontana – Casale 1890; Terrazza Le rose e Villa Blanche.

top