martedì,Maggio 21 2024

Reggio, Albanese: «Illuminazione a Ortì: intervento programmato e non un favore politico»

L'assessore comunale ai lavori pubblici e il delegato alla pubblica illuminazione Pino Cuzzocrea replicano all'opposizione relativamente al ripristino di punti luce nella zona collinare

Reggio, Albanese: «Illuminazione a Ortì: intervento programmato e non un favore politico»

«Abbiamo appreso da uno strampalato comunicato stampa, in queste ultime ore, che a Ortì sarebbe tornata la luce grazie all’impegno personale del consigliere comunale di Forza Italia Maiolino e da una referente politica, del posto, Domenica Aricò. Quanto diffuso alle testate giornalistiche, dalla stessa Aricò, non corrisponde a verità». È quanto replicano l’assessore ai lavori pubblici Rocco Albanese e il delegato alla pubblica illuminazione Pino Cuzzocrea. Con una nota condannano il tentativo di strumentalizzazione politica dell’opposizione su un intervento di ripristino di alcuni tratti dell’illuminazione a Ortì.

Le riparazioni dei punti luce messi in campo dall’Amministrazione

«L’intervento sulla pubblica illuminazione, sia a Ortì che nei centri e sul tratto della provinciale salendo verso Gambarie, è frutto espresso di una programmazione precisa che prevedeva e prevede la sistemazione o riparazione dei punti luce in zone già ampiamente mappate e note ai settori di competenza. È cosa gravissima fare passare all’opinione pubblica l’idea che ciò sia avvenuto per qualche favore politico. Grave anche e soprattutto perché solo di lunedì scorso è la conferenza stampa con la quale è stato presentato alla cittadinanza l‘affidamento della gestione della pubblica illuminazione a Enel X, quale frutto di una precisa volontà ed indirizzo politico-amministrativo, di rivoluzionare un settore in termini di efficientamento energetico, risparmio economico e di attenzione ambientale», proseguono Albanese e Cuzzocrea.

Nessun favore politico

«Un accordo di 9 anni che porterà enormi benefici alla città e finanche alle casse comunali. È stato specificato che tale accordo prevede interventi di sole 24h per la riparazione di un singolo punto luce, ad esempio, e di 48h in caso di guasti per tratti più significativi. Abbiamo anche specificato che gli interventi avrebbero seguito un principio cronologico, a smaltimento delle segnalazioni già esistenti.

Le segnalazioni, d’altronde, possono essere effettuate da tutti i cittadini, indistintamente, al num verde 800800.901.050 o tramite l’app Enel X YoUrban. Non servono, pertanto, referenti politici di sorta perché è un diritto di e per tutti. Non può e non deve passare il messaggio che Chi ha santi in paradiso avrà un servizio ed il resto della cittadinanza no. Il servizio non è ad uso esclusivo di nessuno; ecco perché dobbiamo biasimare  il tentativo da parte dell’opposizione di strumentalizzare ed usare personalmente un servizio pubblico facendo passare per meriti ciò che è, ripetiamolo, un diritto collettivo fondamentale non ricattabile», concludono Albanese e Cuzzocrea.

Articoli correlati

top