giovedì,Febbraio 29 2024

Taurianova, al via il progetto “Nati per la cultura”: consegnati i primi “passaporti culturali” ai nuovi nati

L'assessore Fedele: «Importante intervenire subito nella formazione psico-cognitiva del bambino»

Taurianova, al via il progetto “Nati per la cultura”: consegnati i primi “passaporti culturali” ai nuovi nati

Ha ufficialmente preso il via in questi giorni, il progetto “Nati per la cultura”, promosso dal comune di Taurianova e fortemente voluto dall’assessore alla Cultura Maria Fedele, nato sulla scia dell’iniziativa a carattere nazionale denominata “Nati per leggere”. Il progetto, presentato a dicembre, ha come punto di partenza, la consegna di un kit ai nuovi nati e ai genitori, composto da un libro con la dedica dell’assessore alla Cultura e del sindaco, una lettera di benvenuto al nuovo nato e le linee guida dei progetti nazionali “Nati per leggere” e “Nati per la musica”. Una sorta di “passaporto culturale” per introdurre i bambini alla cultura, come risorsa per una buona crescita bio-psico-sociale. 

L’assessore Fedele: «Importante intervenire subito nella formazione psico-cognitiva del bambino»

«Siamo stati il primo comune ad avviare questo progetto – ha spiegato l’assessore Fedele – che prevede un primo incontro con i genitori del nuovo nato che, entro il primo anno di vita, ricevono un kit che comprende un libro, una lettera di benvenuto al neonato nella nostra comunità e le linee guida dei due progetti nazionali sui quali si basa “Nati per la cultura”. Questo progetto è nato perchè come amministrazione crediamo sia importante intervenire sin da subito nella formazione psico-cognitiva del bambino, dando l’opportunità ai genitori di conoscere questi progetti e quindi di poter inserire i propri figli con delle frequenze assidue e soprattutto capire l’importanza che ha l’arte, quindi la musica e la lettura, sin dai primissimi mesi di vita».

Il presidio di “Nati per la musica” è già presente a Taurianova nella scuola “Magica musica”, con la quale il Comune ha firmato un protocollo d’intesa, mentre quello di “Nati per leggere” verrà ospitato nella biblioteca comunale, non appena verrà aperta.

Articoli correlati

top