domenica,Maggio 26 2024

Un ponte tra Locri e Siderno per un waterfront che unisce, primo passo verso la conurbazione

L’opera finanziata con i fondi del Pnrr per oltre 9 milioni di euro. «I tempi sono maturi per un'unica città di 40 mila abitanti»

Un ponte tra Locri e Siderno per un waterfront che unisce, primo passo verso la conurbazione

Tra i vari progetti che saranno finanziati con fondi che attingono anche dal Pnrr c’è anche “La Città del Mare” per Siderno e Locri. Si tratta di ben 9.7 milioni di euro che serviranno a riqualificare tutta la zona costiera tra i due Comuni della Locride con l’obiettivo di trasformarla in una mega area di sviluppo turistico. Nel piano sono previste aree pedonali, piste ciclabili e punti per camping, sport e fitness nei pressi di aree ristoro, parcheggi e aree verdi attrezzate. «Oggi presentiamo un progetto sostenibile – ha spiegato il progettista Paolo Albano davanti alla platea del PalaCultura – nasce da un pensiero architettonico legato all’ambiente. Un ponte che non vuole essere solo tecnico, ma narrare la storia di questo territorio. Siamo in pieno Pnrr e la sostenibilità va di pari passo con la durabilità degli interventi sia dal punto di vista tecnico che culturale».

Una quota parte del finanziamento di 700 mila euro verrà destinata ai comuni di Antonimina e Gerace con l’obiettivo di creare il giusto collegamento con la Città del Mare, mentre il resto sarà utilizzato per il progetto specifico e le opere interessate. «L’idea trova le sue fondamenta nella condivisione di un metodo che stiamo portando avanti come Metrocity – ha rimarcato il sindaco della Città Metropolitana reggina Carmelo Versace – Un plauso agli amministratori di Locri e Siderno che hanno provato ad avere una visione di insieme di sviluppo del territorio, con la forza di un progetto che riqualificherà non solo Locri e Siderno ma tutta la Locride».

I tempi dunque sono maturi per pensare ad una conurbazione tra le due cittadine più popolose del comprensorio reggino? «L’argomento è diventato tema di dibattito pubblico nei mesi scorsi – è il pensiero dell’assessore regionale Giovanni Calabrese, che da sindaco della città di Zaleuco ha seguito tutte le varie fasi della stesurea del progetto – Io dico: parliamone. Avere nella Locride un’unica cittadina da 40 mila abitanti porterà dei benefici per l’intero territorio». Della stessa idea il primo cittadino sidernese Mariateresa Fragomeni: «Questo progetto rappresenta il primo passo verso la conurbazione delle due città. E’ necessario ripartire da questo modello sfruttando le risorse a disposizione nell’agenda 2030 del Ministero per estenderlo a waterfront di tutta la riviera dei gelsomini».

Articoli correlati

top