martedì,Giugno 25 2024

Alloggi a Reggio, Gangemi: «Abbiamo sistemato abitazioni da assegnare col bando ordinario»

Prosegue la lotta dell'Osservatorio sul disagio abitativo porta avanti una battaglia da anni, raccogliendo le associazioni che si occupano di dare voce a famiglie e persone

Alloggi a Reggio, Gangemi: «Abbiamo sistemato abitazioni da assegnare col bando ordinario»

Per buona pace di chi da anni attende gli alloggi comunali a Reggio qualcosa si muove. È un problema che la città si porta dietro da troppi anni quello della mancanza delle case per i soggetti che, seppur coi requisiti in regola, si vedono passare davanti gli anni senza che nulla possa accadere.

In particolare è l’Osservatorio sul disagio abitativo che porta avanti una battaglia da anni e anni, raccogliendo in sé le associazioni che si occupano di famiglie e persone e invocano il censimento degli alloggi popolari, coi relativi cambi previsti per legge, in modo da valutare e far emergere eventuali detenzioni anomale, rispetto alla normativa vigente in materia di: assegnazione.

Le chiavi sono appunto il censimento, il turn over e l’acquisto di circa 160 nuovi alloggi per dare risposte alle 210 famiglie vincitrici del bando 2019, alle 55 famiglie vincitrici del bando 2005- con decreto sindacale- alle 28 famiglie vincitrici della graduatoria di emergenza abitativa e a tutte le altre famiglie che avendo presentato domanda attendono di essere inserite nell’aggiornamento della graduatoria di emergenza abitativa.

All’assessore comunale Francesco Gangemi abbiamo chiesto a che punto sono le assegnazioni, considerato che, più volte l’Osservatorio è sceso in piazza, ma di risposte ne sono arrivate davvero poche.

«Sono state espletate tutte le procedure- afferma il componente della Giunta comunale – siamo in attesa del completamento delle richieste fatte ai primi della graduatoria. Subito dopo invieremo le carte alla Commissione provinciale alloggi. In attesa dell’ok. Intanto stiamo sistemando alcune abitazioni che potranno essere assegnate con il bando ordinario. I lavori sono in stato avanzato quindi agli sgoccioli».

Articoli correlati

top