venerdì,Giugno 21 2024

Concorsi da remoto al Comune, Ripepi: «Chiederò annullamento in autotutela»

Il consigliere nella diretta sui social: «È una modalità discriminatoria. Si devono evitare una montagne di ricorsi»

Concorsi da remoto al Comune, Ripepi: «Chiederò annullamento in autotutela»

Prende in esame le singole voci degli articoli che disciplinano i nuovi concorsi indetti dal Comune di Reggio dopo anni di attesa, il consigliere comunale di minoranza Massimo Ripepi. Sono toni trionfalistici quelli dell’assessore al Personale, Francesco Gangemi, non giustificati, chiarisce il consigliere sui social, soprattutto alla luce del tempo trascorso dagli annunci. Per questo «Non festeggeremo – afferma – perché fate le cose dopo anni e in modo sconclusionato».

Modalità discriminatoria

Dopo le bacchettate del consigliere regionale Giuseppe Neri, oggi sui concorsi a Reggio, si era mobilitata persino la senatrice Tilde Minasi. È soprattutto la modalità da remoto che, secondo Ripepi, potrà creare grandi difficoltà. «Vi sembra giusto far fare un concorso così discriminante? Chi non ha la possibilità economica di presentarsi col pc e non la connessione non potrà farlo».

La linea

E ancora «Se c’è solo un problema con la linea indipendente dalla volontà del candidato, il concorso salta e l’Amministrazione comunale non si assume nessuna responsabilità, in caso di problemi tecnici si possono perdere mesi o anni di studio – aggiunge Ripepi – ci vuole una buona dose di fortuna perchè se si scollega il collegamento si finisce di fare il concorso».

Punteggi

Altri dubbi riguardano punteggi delle prove e controlli. «Per le prove di concorso, in particolare per la prova scritta, il punteggio massimo è di 30 punti, ma non si dice quanto si prende in caso di risposta sbagliata, di risposta aperta, di risposta esatta. Il bando non dice con quali criteri verrà nominata la commissione: è abominevole, poco trasparente».

Controlli

E i controlli delle prove da remoto? «I controllori come fanno a controllare 5.000 persone? Ogni 8 persone dovrà esserci un controllore: dove li prendono 625 controllori? Non era più normale fare le prove in un palazzetto, come è accaduto per il concorso alla Regione?».

Ma non finisce qui perchè Ripepi annuncia che chiederà all’Amministrazione di ritirare il bando con un provvedimento in autotutela proprio per evitare la mole di ricorsi che, per ragioni varie, potrebbero essere presentati.

Articoli correlati

top