martedì,Aprile 23 2024

I conti non tornano al Comune di Reggio, Minicuci: «Denuncerò i revisori» – VIDEO

Il consigliere della Lega pronto ad affrontare in consiglio comunale tematiche che vanno dalla questione tributi ai debiti fuori bilancio

I conti non tornano al Comune di Reggio, Minicuci: «Denuncerò i revisori» – VIDEO

Antonino Minicuci è tornato. E si prevedono fuochi d’artificio nella seduta del consiglio comunale di Reggio Calabria, prevista in seconda convocazione stamattina, con all’ordine del giorno l’approvazione del rendiconto.

L’intenzione del consigliere della Lega è quella di denunciare alla Corte dei conti i revisori comunali. Tornando alla seduta di civico consesso, chiarisce Minicuci: «Presenterò delle osservazioni tecniche nessuno si è mai permesso di fare. Fanno le commissioni e non ci consegnano le carte e i documenti così come richiesto. Denuncerò i revisori alla Corte dei conti – aggiunge – ritengo che abbiano lavorato male e lo dirò in maniera chiara. Facendo riflessioni tecniche che non sono da tutti. Sono determinato, anche se, purtroppo, ho un ruolo di minoranza».

Le criticità

Dalle parole del consigliere trapela che oggetto della sua indagine sono state le carte del Dup 2022, nella sezione strategica che riguarda le linee di mandato del sindaco e gli obiettivi dell’anno. E ancora il bilancio del 2022, il dettaglio del rendiconto del 2022 e quello del 2021, facendo tutte le correlazioni. «Vado a toccare il discorso dei tributi – afferma Minicuci – dei debiti fuori bilancio che aumentano in modo spropositato ogni anno senza che i revisori dicano nulla, tra l’altro – ed ancora – è vero che si esce dal piano di riequilibrio dopo 10 anni, ma ci sono delle criticità importanti che vengono evidenziate dalla Corte e che entro il 23 giugno devono essere discusse e affrontate dal consiglio, finora non abbiamo ricevuto le carte.

Abbiamo una norma statutaria che stabilisce che deve essere attivata la commissione di controllo sulla Ragioneria e non è mai stato fatto. Lo statuto è la costituzione dell’ente se non si attua lo statuto come si può lavorare? Non c’è trasparenza».

Articoli correlati

top