lunedì,Giugno 24 2024

Emergenza ambientale a Reggio, Castorina: «Necessarie risposte su fondi Pon Metro fermi»

Le dichiarazioni del Consigliere comunale a Palazzo San Giorgio e componente della Commissione Ambiente

Emergenza ambientale a Reggio, Castorina: «Necessarie risposte su fondi Pon Metro fermi»

«La città di Reggio Calabria oggi, in relazione alle politiche ambientali è tra le meno virtuose della Calabria ed è del tutto naturale che serve un cambio di passo in un settore che deve dare risposte immediate e non certo segnalare i problemi che conosciamo tutti». Queste le dichiarazioni dell’Avv. Antonino Castorina Consigliere Comunale a Palazzo San Giorgio e componente della Commissione Ambiente.
«L’amministrazione comunale, prosegue Castorina, ha messo in campo enormi energie per offrire un servizio che ad oggi definirsi “normale” è un utopia». «Ho chiesto al settore di riferimento, afferma Castorina, notizie e riscontri sull’aggiudicazione del bando per l’acquisto dei cassonetti ingegnerizzati, tre milioni di euro di fondi Pon Metro che non possono rimanere fermi in una situazione drammatica come quella che vive la città. Dare un riscontro su questi fondi, è un dovere politico e morale».
«Risposte che ci devono essere date, prosegue Castorina, anche dalla Regione Calabria alla luce del fatto che i lavori di ammodernamento della struttura di Sambatello sono fermi da mesi senza considerare poi il lavoro attento che tra le mille difficoltà sta portando avanti la città Metropolitana di Reggio Calabria senza il sostegno di chi dovrebbe darlo».
«La stagione estiva è ora mai alle porte, conclude la nota, ma sulle politiche ambientali all’interesse supremo della città si sta giocando uno scontro che ha come conseguenza il fatto di non dare le risposte necessarie ed urgenti che la città ha bisogno. Proseguirà il nostro impegno istituzionale afferma Castorina per sollecitare e stimolare tutti gli attori istituzionali affinchè la sicurezza ambientale sia prioritaria a Reggio Calabria ed al fine di dare risposte concrete ad un emergenza senza fine».

Articoli correlati

top