martedì,Aprile 16 2024

San Roberto, cantieri aperti per la messa in sicurezza e il contrasto al dissesto idrogeologico

Sono sei i lavori già avviati per un importo complessivo di circa 2.833.000 e un settimo sta per prendere il via

San Roberto, cantieri aperti per la messa in sicurezza e il contrasto al dissesto idrogeologico

Il comune di San Roberto in una recente riunione tra il sindaco e l’Ufficio Tecnico ha fatto il punto della situazione sui cantieri aperti e le opere appaltate. In corso sono sei gli interventi principali che stanno interessando l’Ente locale, per un importo complessivo di 2.833.000 euro circa, metà dei quali indirizzati su progetti di messa in sicurezza e contrasto al dissesto idrogeologico. Infatti, i tratti stradali di Acquacalda, San Giorgio Santa Tecla uniti al tratto Via Fosso e Via Mulino hanno impegnato importi rispettivamente pari a 990.000 euro il primo e 350.000 il secondo e 120.000 il terzo.

Importante è poi lo sblocco dei fondi per la messa in sicurezza del torrente Catona, per un importo di 200.000 euro, il quale è un intervento strategico contro il dissesto idrogeologico di cui beneficerà sia la comunità sanrobertese sia tutti i territori extracomunali situati a valle. In tema di servizi vi è poi un investimento di 50.000 euro per efficientare il sistema di illuminazione nella frazioni di Melia e Favani, mentre l’intero Comune ha in cantiere 1.123.000 euro per l’implementazione della rete fognaria e l’adeguamento del depuratore di Concessa.

«Il dissesto idrogeologico è la problematica principale che attanaglia tutti gli Enti Locali, e soprattutto i piccoli Comuni come il nostro, situati nell’entroterra – commenta il sindaco Antonino Micari –. Grazie ai nostri tecnici e alla collaborazione con le altre istituzioni, come la Città metropolitana e la Regione Calabria, siamo riusciti a progettare e ottenere fondi per avviare la realizzazione di opere che mai saremmo riusciti a sostenere con le nostre sole forze. Ringrazio per questo tutti i nostri dipendenti, dai dirigenti agli operai, nonché le ditte attualmente al lavoro sul nostro territorio. Potremmo e vorremmo fare di più e fare meglio, poiché siamo consapevoli delle criticità di un territorio fragile come il nostro, ma non disperiamo di riuscirci, con la collaborazione e la buona volontà di tutti».

A margine della riunione si è inoltre discusso per il settimo grande intervento che attende l’inizio lavori. Si tratta dei lavori per la ristrutturazione dell’ex scuola di Acquacalda, la quale, una volta riqualificata andrà ad ospitare l’archivio e la costituenda biblioteca comunale. Il cantiere, dal valore di 350.000 euro, è un intervento previsto all’interno dei finanziamenti metropolitani Pui, a cui San Roberto partecipa all’interno di una rete avente il Comune di Cardeto come ente capofila.

top