lunedì,Aprile 15 2024

Gerace, sulla Circonvallazione il sindaco ff respinge le accuse di Lizzi: «Si informi meglio»

Galluzzo invita il consigliere comunale a controllare l'albo pretorio del Comune: «Già a dicembre una determina per la messa in sicurezza della strada»

Gerace, sulla Circonvallazione il sindaco ff respinge le accuse di Lizzi: «Si informi meglio»

In merito alle dichiarazioni rese a mezzo stampa e social dal consigliere comunale Rudi Lizzi nei giorni scorsi riguardo il paventato “problema di viabilità e strutturale della nostra Circonvallazione”, il sindaco ff di Gerace, Salvatore Galluzzo, evidenzia quanto segue: «Il consigliere comunale Rudi Lizzi, a mio parere, dovrebbe aggiornarsi, tramite una semplice lettura, a scorrimento veloce, dell’albo online del Comune di Gerace. Il mio è un suggerimento, che, se ascoltato, eviterebbe allo stesso consigliere, brutte figure quando intende esternare preoccupazioni, allarmismi e situazioni tali da destabilizzare anche le menti dei suoi amici di cordata. Non solo.

Nei diciotto mesi in cui il consigliere comunale in questione ha rivestito la carica di vicesindaco, nessuna preoccupazione o allarmismo o altro è uscito dalla bocca dello stesso in merito alla Circonvallazione, mentre lo invito ad andare sull’albo online del nostro Comune e, attraverso una facile ricerca, può riscontrare che in data 22 dicembre 2023 l’Ufficio Tecnico ha formulato una determina settoriale avente a oggetto: “Decreto del Ministero dell’Interno del 07/12/2020 – Messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico. LOTTO 4 – Lavori di “Intervento di manutenzione e messa in sicurezza Circonvallazione”. Modifica del Contratto/Disciplinare del servizio tecnico di progettazione definitiva- esecutiva e CSP ai sensi dell’art.106 comma 12 del D. Lgs. 50/2016.”. Orbene, da ciò discende una semplice osservazione e cioè che prima della citata mia esternazione del 14 gennaio scorso, di risposta alla sua di qualche giorno prima, l’Amministrazione comunale aveva già dato incarico per l’affidamento di un servizio per lo svolgimento delle indagini strutturali per la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dell’opera, necessarie per la predisposizione del progetto esecutivo.

In soldoni, significa che il tecnico incaricato ha richiesto una verifica, tramite delle indagini geotecniche al fine di verificare, scientificamente, lo stato di reale consistenza e solidità della struttura per l’elaborazione del progetto esecutivo. Ne consegue che la mia esternazione del 14 gennaio non è assolutamente falsa, fuorviante né tantomeno, con la stessa, ha inteso sottovalutare un eventuale problema. Semplicemente si devono attendere le indagini geotecniche per definire se e che tipo di intervento la circonvallazione avrà bisogno. Un amministratore o qualsiasi altro cittadino non può e non deve procurare allarmismi o preoccupazioni tendenziose (art. 658 del Codice Penale), né, tantomeno strumentali e nel pieno di una campagna elettorale che, nonostante i proclami tesi alla serenità tra parti contrapposte e i saluti cordiali, pare stia assumendo toni e metodi certamente non tranquilli.

Mi rincuora solamente, da cittadino geracese, che, attualmente la nostra Gerace sia amata da tanti concittadini, sia all’attenzione di tanti giovani che vogliono cambiare il volto della nostra città, anche se, immediatamente dopo, sovviene lo sconforto e la consapevolezza che, dopo il mese di giugno di quest’anno tanti amanti di Gerace ritorneranno nel loro originario e consueto atteggiamento di totale apatia che li ha sempre contraddistinti. Rinnovo, quindi il mio consiglio al consigliere comunale Rudi Lizzi di essere più attento, meno distratto dalla voglia spasmodica dei selfie ad ogni costo, di documentarsi meglio prima di esprimere il proprio pensiero e di preoccuparsi di meno sulle immaginarie distrazioni da parte del sottoscritto, che continua quotidianamente ad esercitare il proprio ruolo con dedizione e passione per la nostra Gerace.  È la storia che lo testimonia e non certo una campagna elettorale che avrà la sua fine tra qualche mese».

top