lunedì,Aprile 15 2024

Polistena, Pisano: «Il tesseramento del Pci è stato il flop dei record»

Il consigliere comunale di minoranza: «Dall'Amministrazione comunale solo propaganda»

Polistena, Pisano: «Il tesseramento del Pci è stato il flop dei record»

«Premetto che parlo del tesseramento del Pci solo in quanto siamo stati, noi di Polistena Futura, tirati in ballo nei comunicati che gli stessi esponenti della locale sezione comunista hanno rilasciato altrimenti non sarei entrato in merito a un evento di partito». È quanto afferma il consigliere di minoranza del comune di Polistena, Francesco Pisano. «Ci stupiscono le parole della consigliera Scali – continua – che addirittura afferma, cito testualmente, che siamo “un’opposizione non costruttiva che sa confezionare solo denunce”. Molto probabilmente in questi due anni e mezzo è stata distratta come lo è nelle sedute istituzionali alle prese sempre con il telefonino. Vogliamo ricordare alla consigliera Scali che abbiamo presentato oltre 70 proposte di mozione tutte bocciate o dichiarate stranamente inammissibili.

Ci dispiace pensare che tutte le volte che alza la mano per bocciare una proposta di Polistena Futura in realtà non ne conosca neanche il contenuto altrimenti non si lascerebbe andare a queste affermazioni. Sulle denunce poi dovrebbe approfondire e la invitiamo pubblicamente a rendercene conto. Siamo convinti che seguirà il silenzio. Il pezzo forte del tesseramento Pci è quello di aver presentato un flop come una giornata da record. Basta guardare il comunicato stampa degli anni precedenti per rendersi conto della contraddizione in cui puntualmente cadono gli esponenti che sostengono l’Amministrazione Tripodi. Comunicati fotocopia che rilanciano sempre la parola “record”… la propaganda viene prima di tutto. L’anno scorso 107 tessere in poche ore rappresentava un record, quest’anno 100 tessere in due ore un altro record. Già immaginiamo il record del prossimo anno… 90 tessere in un’ora e 40 minuti!
Ancora…

Stucchevoli rimangono le parole del consigliere ing. Fabio Racobaldo che sia in Consiglio comunale sia in occasione dei vari tesseramenti esegue sempre lo stesso spartito ripetendo gli stessi concetti che ormai conosciamo a memoria (anche lui li ha imparati a memoria). Basta leggere i resoconti giornalistici degli anni precedenti riguardanti il tesseramento Pci per capire che è davvero desolante che non ci sia da parte di un consigliere comunale alcun apporto originale al dibattito politico ma solo un elogio servile al sindaco dimenticandosi che rappresenta prima di tutto i cittadini. Parlando dell’opposizione dice, cito testualmente, “sono sgangherati, mistificano e inventano cose inesistenti”. Anche in questo caso invitiamo pubblicamente il consigliere Fabio Racobaldo a elencare le cose che avremmo inventato e le mistificazioni di cui ci saremmo resi protagonisti. Siamo sicuri che anche in questa occasione seguirà il silenzio oppure inventerà qualche post “strappalike” per venirne fuori. Continuiamo…

L’evento flop si è concluso con l’intervento del signor sindaco, Michele Tripodi, che dall’alto delle sue incoerenze e contraddizioni si eleva a… (come si autodefinisce?) politico di razza. Dopo 13 anni di amministrazioni a guida del dott. Michele Tripodi avvertiamo un declino evidente della nostra cittadina ma la cosa che più ci “spiazza” è una politica inconsistente, senza alcuna visione e cinica. Nell’azione politica (se così si può chiamare) del dott. Michele Tripodi si percepisce solo la forte tendenza a compiere scelte mirate a consolidare il potere attraverso un clientelismo sfrenato senza alcuna preoccupazione per i bisogni e i disagi dei cittadini. Un continuo mentire per ingannare i cittadini.
Abbiamo sempre invitato il dott. Michele Tripodi a parlare di politica se ne è capace ma ci ha dimostrato che non lo è.

La politica non può prescindere dall’onestà intellettuale di chi ne è protagonista. La politica è una cosa seria e presuppone responsabilità e consapevolezza, proprio per questo motivo ancora una volta l’Amministrazione Tripodi dimostra tutta la sua inadeguatezza. Il signor sindaco non ha risposto alle tante contestazioni che gli abbiamo mosso, come mai preferisce tergiversare e spostare l’attenzione su altre cose piuttosto che rispondere del suo operato? Quando non si ha nulla da temere si dovrebbero dare le risposte senza nascondersi. Evidentemente non è il caso del dott. Michele Tripodi. Che dire… speriamo sempre in un futuro migliore».

top