lunedì,Giugno 24 2024

A Siderno si differenzia meglio e i cittadini pagano una Tari più leggera

Il consiglio comunale ha approvato il Piano Economico Finanziario 2024 che prevede una diminuzione del costo complessivo di gestione

A Siderno si differenzia meglio e i cittadini pagano una Tari più leggera

Siderno differenzia di più e meglio. E i risultati si vedono. Il consiglio comunale ha approvato il Piano Economico Finanziario 2024 che prevede una diminuzione del costo complessivo di gestione, rispetto al 2023, di complessivi € 176.928,00.

Un dato che, unitamente all’aumento della percentuale di raccolta differenziata dal 52,31% del mese di gennaio 2023 al 77,50% dello scorso mese di dicembre, alla lotta all’abusivismo (col censimento di nuove 322 utenze) e al conseguente riconoscimento di maggiori corrispettivi da vendita al Consorzio Nazionale Imballaggi, ha permesso, in controtendenza rispetto agli altri comuni, una riduzione delle tariffe medie a carico dei cittadini di circa il 7%.

«Un risultato – ha spiegato il sindaco Mariateresa Fragomeni durante la seduta consiliare – che non rappresenta un punto di arrivo perché sappiamo bene che ci aspetta ancora tanto lavoro, ma è comunque un dato assai confortante per il futuro, visto che è diretta conseguenza della chiara scelta politica di questa amministrazione di dimezzare il numero dei conferimenti di rifiuti indifferenziati, con ritiro dei mastelli ogni due settimane. All’inizio del nostro mandato – ha aggiunto – siamo partiti da un disastro totale, con cumuli di rifiuti per strada e la percentuale più bassa di sempre di rifiuti differenziati: il dato del primo trimestre del 2024, invece, indica una percentuale di raccolta differenziata pari all’80%, segno che abbiamo imboccato la strada giusta».

Articoli correlati

top