lunedì,Giugno 24 2024

Ancadic: «Spostare l’impianto di illuminazione comunale alla foce del torrente Catrica di Lazzaro»

L'impianto in costruzione «ricade nel tratto di marciapiede a raso che presumibilmente ostacola l’accesso di autovetture all’area di approccio alla rampa che porta sulla spiaggia»

Ancadic: «Spostare l’impianto di illuminazione comunale alla foce del torrente Catrica di Lazzaro»

Il referente unico dell’ANCADIC Vincenzo Crea, preso atto che sono in corso i lavori sul lungomare Cicerone di Lazzaro nel quadro degli interventi previsti nel progetto “Riqualificazione lungomare Cicerone di Lazzaro e collegamento stabile vie di accesso”, relativamente agli impianti di pubblica illuminazione si vuole portare all’attenzione del Sindaco del Comune di Motta San Giovanni e del Responsabile  dell’Area Tecnica e Responsabile del Settore V Ambiente e Lavori Pubblici Sede,  interessando anche la Città Metropolita di Reggio Calabria Settore 12 Tutela del Territorio e dell’Ambiente, una possibile inadeguata localizzazione dei pali dell’illuminazione pubblica P26 e P28 giacché: 

• il P26 ricade nel tratto di marciapiede a raso che presumibilmente ostacola l’accesso di autovetture all’area di approccio alla rampa che porta sulla spiaggia; 

• il P28 ricade nel tratto di sede stradale che attualmente assolve alla funzione di savanella idraulica perché effettivamente rappresenta la parte terminale del torrente Catrica. L’ANCADIC tiene a precisare che quanto detto è solo quanto si può rilevare dallo stato dell’arte non essendo a conoscenza dei contenuti del progetto esecutivo.  Confidiamo nell’accoglimento della presente richiesta.

Articoli correlati

top