venerdì,Maggio 24 2024

San Luca, Bartolo: «Ecco perchè non mi sono ricandidato»

Il sindaco chiude la sua consiliatura. «Ringrazio tutti, anche il mio avversario Klaus Davi. Se non fosse stato per lui non ci avrei provato»

San Luca, Bartolo: «Ecco perchè non mi sono ricandidato»

di Vincenzo Imperitura – «Il mio più grande rammarico? Non essere riuscito ad allentare questa cappa di pregiudizio che ci soffoca. Per i media di tutto il pianeta siamo come extraterrestri: si parla solo di Duisburg, di sequestri, di ‘ndrangheta. I fatti ci sono stati, ci sono, non possiamo nascondere la testa sotto la sabbia, ma qui non ci sono i cannibali. Uno dei punti del mio programma, quando mi sono candidato, era la normalizzazione dell’immagine del paese. Non ci sono riuscito, questo rammarico mi tormenta e me lo porto dietro, ma ho sbattuto su un muro di gomma e spesso le istituzioni non ci hanno aiutato. Siamo rimasti il parafulmine di tutta la Calabria».

Nel suo ufficio al primo piano del municipio di San Luca, Bruno Bartolo sbriga gli ultimi atti della sua consiliatura prima di lasciare il posto ad un commissario di nomina prefettizia che si insedierà a breve alla guida del Comune. Dopo il passo indietro, con la decisione di non presentare una sua seconda candidatura, nessuno si è fatto avanti e domenica scorsa, termine ultimo per la presentazione delle liste, l’ufficio elettorale è rimasto desolatamente vuoto. Proprio come era successo nel 2016 e negli anni successivi, quando furono gli stessi sanluchesi a chiedere la proroga del Commissario che si era insediato in municipio all’indomani dell’ennesimo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni del crimine organizzato. Ora, dopo cinque anni di “normalità” amministrativa, il tempo sembra essere tornato indietro. «Sono stanco – racconta a LaCnews24 il primo cittadino uscente – e nella nostra lista siamo quasi tutti piuttosto avanti con l’età. Ne abbiamo parlato a lungo tra di noi e abbiamo deciso di non ricandidarci. Qualche giorno fa poi sono venuti in Comune due cittadini per prendere i plichi necessari alla presentazione delle liste, ma non c’è stato il passo successivo. Chissà, forse se non avessimo avuto la speranza di qualcuno che si metteva in gioco, una lista alla fine l’avremmo presentata».

Continua a leggere su LaCNews24

top