giovedì,Giugno 13 2024

Manifestazione No Ponte, Orrico (M5S): «Cinquestelle presenti contro opera calata dall’alto»

Per la deputata il ponte è «l’ennesimo progetto spot frutto di un governo che non prova neanche ad ascoltare i territori»

Manifestazione No Ponte, Orrico (M5S): «Cinquestelle presenti contro opera calata dall’alto»

«Il Movimento 5 stelle parteciperà sabato 18 maggio alla manifestazione di Villa San Giovanni organizzata per dire ‘no’, ancora una volta, all’infelice progetto del Ponte sullo Stretto calato dall’alto da Salvini e Meloni». Lo afferma in una nota la deputata Anna Laura Orrico, coordinatrice calabrese del M5S.

«Il Ponte sullo Stretto – dice Orrico – è una infrastruttura non prioritaria, che violenta un luogo meraviglioso, impegna risorse necessarie per altri interventi sulle nostre malridotte infrastrutture e che, quindi, non sarà certo a costo zero per i calabresi e i siciliani. Alle nostre latitudini le reti viarie sono disastrate, i collegamenti su rotaia lontani mille miglia da standard non solo europei ma italiani eppure, chi ci governa, sempre loro, sempre gli stessi, ci ripresenta un’opera divisiva che manifesta, fra l’altro, oggettive criticità realizzative e che è già costata, alle nostre tasche, miliardi di euro fra carrozzoni e inaugurazioni fasulle».

«Insomma – continua l’esponente pentastellata -, l’ennesimo progetto spot frutto di un governo che non solo non riesce ad immaginare politiche sostenibili quanto non prova neanche ad ascoltare i territori che, invece del Ponte, chiedono lavoro, una sanità efficace, un’istruzione degna per i propri figli, maggiori servizi».

«Insieme a noi portavoce – conclude Anna Laura Orrico -, al coordinatore della provincia di Reggio Calabria Giuseppe Fabio Auddino, agli attivisti e ai Gruppi territoriali del Movimento saranno presenti anche i nostri candidati alle europee Pasquale Tridico, Mario Furore, Giuseppe Nunziato Belcastro e Laura De Vita. Ci auguriamo che anche questa volta la risposta dei cittadini sia importante ed invitiamo i calabresi a scendere in piazza».

Articoli correlati

top