Reggina: “Foramalocchiu!”

I primi segnali li avevamo visti a Salerno, ma se due indizi fanno una prova, allora questa Reggina che sta nascendo promette davvero bene. MENTALITÀ

La squadra gioca per vincere senza tatticismi, ma con una voglia ed un carattere che il tecnico sta trasmettendo ai suoi che in campo danno l’anima dall’inizio alla fine.

IDENTITÀ

Quello di Toscano è un vero 3 5 2, in cui gli esterni non si schiacciano sulla linea difensiva, piuttosto spingono senza sosta creando sovrapposizioni e superiorità numerica in fase di possesso e salendo oltremodo per supportare il pressing in fase di non possesso.

QUALITÀ

La prestazione di squadra è stata più che positiva, ma, a parte gli errori che hanno regalato i due gol al Vicenza, la qualità dei singoli è lampante. Vogliamo citarne uno per reparto.

Discorso a parte merita REGINALDO e non solo per la doppietta, ma per avere macinato chilometri su chilometri ed essere stato la spina del fianco della difesa Vicentina.

SOUNAS ha confermato di avere tecnica sopraffina. Quando ti sembra assente, lontano dal gioco, invece è lì pronto a stupirti con una giocata e col grande senso della posizione. È lampante la sensazione che sappia prima dove andrà il pallone.

BERTONCINI, chiamato a sostituire nel ruolo Gasparetto, ha dimostrato sicurezza ed autorità e davanti non c’erano certo due sprovveduti.

In conclusione mi viene da dire che ci sarà da divertirsi, ma, proprio mentre scrivo queste parole, provvedo a fare gli scongiuri.

Dopo stasera, in cui 7.000 cuori amaranto in pieno Agosto si sono ritrovati al Granillo, dico: FORAMALOCCHIU CHE REGGINA!

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  

Author: Ugo La Camera