venerdì,Giugno 14 2024

Reggina, sarà un mercato sliding doors: lista A piena, serve cedere

Massimo Taibi al lavoro: oggi gli amaranto hanno 18 elementi over più Faty. Prima di comprare serve operare in uscita, la situazione

Reggina, sarà un mercato sliding doors: lista A piena, serve cedere

Massimo Taibi è già al lavoro. Il Direttore Sportivo della Reggina vivrà un mese di gennaio molto intenso, orientato al potenziamento di una squadra che dovrà anche adattarsi all’idea tecnico-tattica di Mimmo Toscano. A Como, l’allenatore di Cardeto ha proseguito nel solco del suo predecessore, col 4-2-3-1, ma appare difficile che ciò avvenga anche nel 2022.

(Ri)costruzione

È facile, infatti, ipotizzare di operazioni che portino la rosa amaranto ad adeguarsi al modulo preferito da Toscano, il 3-5-2 con cui il mister stravinse il campionato di Serie C 2019/20. Ma, prima di poter operare qualsiasi ingresso nel parco giocatori, Taibi dovrà cedere.

No, non si tratta di questioni economiche, nonostante il momento non particolarmente florido vissuto non solo dalla Reggina ma dall’intero panorama dei club di B. Piuttosto è per ragioni di lista che il club di via delle Industrie, ad oggi, non potrebbe comprare ulteriori calciatori. Ad oggi, infatti, sono 18 (numero massimo consentito dalla Lega B) gli elementi nella Lista A, quella relativa agli over. A loro, inoltre, si aggiunge Faty, sul cui futuro si sta ragionando in queste settimane.

Under e Menez

Già ad oggi, quindi, vi è un calciatore fuori rosa, inutilizzabile in campionato, per pure ragioni regolamentari. In un contesto globabilmente delicato, una situazione impossibile da continuare ad avallare: prima di comprare un altro calciatore nato prima dell’1 gennaio 1998, la Reggina dovrà cedere un pari status. Invece sono tesserabili senza limiti i calciatori con lo status Under, nati dall’1 gennaio 1998 in poi.

Il primo nome che potrebbe essere depennato, chiaramente, è Jeremy Menez. «Alla luce dei fatti non ha reso. Magari cambiare aria gli farebbe bene. Vedremo»: Taibi, a tuttomercatoweb, si era così espresso sul futuro del francese nel corso della scorsa settimana. Una dichiarazione lapidaria, quasi d’annuncio d’addio. Il DS era sostanzialmente l’ultimo rimasto a difendere il 7, adesso davvero scollato dall’ambiente Reggina.

top