domenica,Maggio 22 2022

La Reggina, Stellone e Menez: stessa barca, obiettivo comune

Il mister ex Frosinone deve riscattare le ultime esperienze negative, il francese non può andar via e deve giocare: saranno loro a salvare la Reggina?

La Reggina, Stellone e Menez: stessa barca, obiettivo comune

Il momento è delicatissimo in casa Reggina. Gli amaranto vivono una crisi profonda che si trascina da oltre due mesi. Un baratro apparentemente senza fine ha inghiottito il club dello Stretto, costretto a ben due cambi in panchina.

Doppia svolta

Il ritorno di Mimmo Toscano non ha generato effetti positivi, forse addirittura acuendo le negatività intorno alla squadra amaranto. Le colpe non possono però essere imputabili solo all’allenatore di Cardeto, messo al timone di una barca che non poteva governare. Adesso toccherà a Roberto Stellone rimediare e trovare un pronto riscatto, collettivo e personale. Neanche all’ex Frosinone, nell’ultimo periodo, le cose sono andate in maniera positiva, con le ultime due avventure – ad Ascoli e Arezzo – chiuse in maniera prematura e negativa.

Reggio Calabria, dunque, può diventare la tappa del riscatto per Stellone che può ritornare ad essere protagonista a livello personale e, sopratutto, può far rinascere non solo la Reggina ma anche Jeremy Menez. Il club crede ancora nel francese: un po’ perchè a livello tecnico il francese è indiscutibilmente il giocatore più forte in rosa; un po’ perchè l’addio non è fattibile e tenerlo fuori è un danno triplo: alla situazione economica del club, al giocatore e alla squadra.

Saranno Stellone e Menez, dunque, a dover prendere in mano la Reggina e a portarla – e portarsi – fuori dai guai.

top