lunedì,Luglio 15 2024

Casiraghi infrange il sogno della Reggina, il Südtirol vince 1-0

Gli amaranto perdono di misura a Bolzano una partita giocata con tanto cuore: Inzaghi lascia i playoff a testa altissima, chiudendo la stagione

Casiraghi infrange il sogno della Reggina, il Südtirol vince 1-0

A testa alta, altissima. La Reggina saluta la stagione 2022/23 a Bolzano, perdendo 1-0 contro il Südtirol il turno preliminare dei playoff di Serie B. Gli altoatesini passano nel finale, premiati da una conclusione vincente di Casiraghi. Gli amaranto lasciano la post-season dopo 90 minuti giocati con tanto cuore, in cui è mancata solo la lucidità negli ultimi metri.

Le scelte

Tutto quasi come da pronostico per la Reggina di mister Inzaghi: negli amaranto rientra in formazione Thiago Cionek, compone il terzetto difensivo con Loiacono e Gagliolo. Majer vince la concorrenza di Crisetig, Canotto e Strelec compongono la coppia d’attacco. Nella formazione di casa, Bisoli opta invece per la per Cisse e Ogogwu come doppio riferimento offensivo.

Primo tempo

Al Druso, praticamente sold-out, la prima chance decolla dai piedi di Zan Majer. L’ex Lecce controlla dalla distanza e batte forte verso la porta: Poluzzi para, ma devia sui piedi di Canotto, che però partiva in posizione irregolare. La Curva Sud, traslocata ai confini dell’Italia per una notte, canta fortissimo, provando a spingere l’undici di Inzaghi. Il Südtirol prova a rispondere: Odogwu porta scompiglio fra le maglie difensive ospiti, gli amaranto, pur andando in affanno, se la cavano senza concedere il tiro in porta al possente attaccante altoatesino.

Le squadre iniziano a schermarsi, consapevoli della pesantezza della posta in palio. La Reggina inizia a mettere pressione, innalzando il proprio baricentro. Al 23esimo, altra chance per gli uomini di Inzaghi: Hernani vince un lungo uno contro uno con Curto e calcia a incrociare, pallone a lato di un soffio. Proteste altoatesine poco dopo: azione da calcio d’angolo e cross di Rover, i biancorossi chiedono un tocco di braccio di Pierozzi che però Rapuano valuta attaccato al corpo: a nostro avviso, a ragione.

Gagliolo si prende il primo cartellino giallo del match per un’entrataccia su Odogwu, Cissè lo imita un minuto dopo: la gara si accende anche sul piano dell’agonismo. La Reggina continua a guadagnare metri di campo e confeziona una nuova palla gol al 38: Majer vede l’inserimento di Di Chiara e gli regala un pallone delizioso. Lo stop dell’esterno mancino non è semplice, la conclusione ne risente: pallone altissimo sopra la traversa da posizione molto invitante. Arrembanti, gli amaranto: due minuti dopo, Cionek scippa Odogwu e innesca prima Fabbian e poi Canotto: il 31 invita al tiro Hernani, che però calcia debolmente e permette a Poluzzi di parare comodamente.

È l’ultima, grossa, emozione di un primo tempo che si chiude senza reti: Südtirol e Reggina vanno all’intervallo a reti bianche, con una qualificazione da giocarsi nella seconda metà di gara.

Secondo tempo

Casiraghi rileva l’ammonito Cissè in casa Südtirol fra primo e secondo tempo. Bastano 180 secondi per il primo doppio tiro. Sponda Südtirol è Rover a provarci con un inserimento su cross basso. Contini para e mette in movimento Hernani. Triangolo ampio con Canotto e conclusione affilata del centrocampista brasiliano: Poluzzi si distende e tocca in calcio d’angolo.

È sempre l’esterno ex Frosinone a essere protagonista. Minuto 54: combinazione deliziosa fra Canotto e Strelec, il triangolo, stavolta corto, manda in porta il giocatore calabrese, Poluzzi nega con una mano il vantaggio. Canotto ha una seconda opportunità a disposizione ma, stavolta, il suo tentativo sbatte sul palo. Nell’occasione si fa male Masiello: problema al ginocchio, esce in barella: entra Vinetot.

Inzaghi muove la panchina: fuori Strelec, dentro Gori. Insiste la Reggina: doppia chance su palla inattiva al settantesimo. Hernani prova a sfondare la porta su punizione, Poluzzi respinge con grande difficoltà sul potentissimo tiro dell’ex Genoa. Dall’angolo che ne segue, Gagliolo di testa colpisce ma non inquadra la porta. Sempre e solo amaranto protagonisti: Canotto conduce la ripartenza offrendo il tiro a Gori, la conclusione arcuata termina a lato. Non finisce qui la lotteria dei gol sfiorati dalla Reggina: ancora Canotto ci prova con un semi pallonetto dall’aerea di rigore, andando a un palmo dal trovare la seconda gemma consecutiva.

Ricci sostituisce Gagliolo, autore di una buona prestazione ma gravato di ammonizione. Inzaghi passa al 4-3-3 con l’ex Crotone e Canotto esterni di un tridente completato da Gori. Sempre gli ospiti: gran botta di Majer da venticinque metri, gran parata di Poluzzi in tuffo.

La beffa per gli amaranto arriva a un passo dai supplementari. Canotto perde un pallone sulla trequarti difensiva, Fiordilino apparecchia la conclusione di Casiraghi. La deviazione di Loiacono spiazza Contini, è 1-0 per il Südtirol. I cambi di Inzaghi (Liotti e Galabinov per Loiacono e Di Chiara) allungano il recupero fino a sei minuti, ma nell’extra time il Südtirol serra bene le file e la porta a casa.

Al triplice fischio la corsa della Reggina nella stagione 2022/23 si ferma: ma a testa altissima.

SERIE BKT, TURNO PRELIMINARE PLAY-OFF

SUDTIROL-REGGINA 1-0

Marcatori: 88′ Casiraghi (S). 

Sudtirol (4-4-2): Poluzzi; Curto, Zaro, Masiello (57′ Vinetot), De Col; Rover (73′ Larrivey), Tait, Fiordilino (90′ Lunetta), Belardinelli; Cisse (46′ Casiraghi), Odogwu. In panchina: Minelli, Marano, Siega, Mazzocchi, Carretta, Eklu, Pompetti, Giorgini. Allenatore: Pierpaolo Bisoli. 

Reggina (3-5-2): Contini; Cionek, Loiacono (90′ Galabinov), Gagliolo (80′ Ricci); Pierozzi, Fabbian, Majer, Hernani, Di Chiara (90′ Liotti); Canotto, Strelec (64′ Gori). In panchina: Aglietti, Colombi, Bouah, Terranova, Crisetig, Lombardi. Allenatore: Filippo Inzaghi. 

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini. Assistenti: Pasquale Capaldo di Napoli e Domenico Palermo di Bari. IV ufficiale: Alessandro Prontera di Bologna. VAR: Antonio Di Martino di Teramo. AVAR: Rosario Abisso di Palermo. 

Note – Ammoniti: Gagliolo (R), Cisse (S), Belardinelli (S), Hernani (R), Curto (S), Espulsi: Calci d’angolo: 3-7. Recupero: 6’st.

top